Salone del Libro di Torino: le prime anticipazioni sull'edizione 2018

Buongiorno lettori, dopo le rivelazioni del 14 febbraio sui temi e il programma completo di Tempo di Libri a Milano, non poteva tardare qualche anticipazione sulla nuova edizione del Salone del Libro di Torino.

Durante la conferenza stampa tenutasi presso la Mole Antonelliana, il direttore del Salone, Nicola Lagioia ha annunciato le novità della 31esima edizione della kermesse torinese, che si svolgerà dal 10 al 14 maggio. 

Tema dell'anno, che si evince anche dal logo, è Un giorno, tutto questo:


Tra Milano e Torino, sembra proprio che la pace sia fatta: i grandi assenti che a Torino lo scorso anno avevano negato la loro presenza, preferendo la nuova piazza milanese, ovvero i big dell'editoria italiana, hanno fatto retromarcia, decidendo di esporre nel 2018 in entrambi i Saloni. Quindi i grandi tornano al fianco delle realtà editoriali più piccole o indipendenti.

In attesa di conoscere il programma completo, che sarà reso noto solo ad aprile, inizia a circolare qualche nome: Herta Müller (premio Nobel 2009), Javier Cercas, Alice Sebold, Guillermo Arriaga, Giuseppe Tornatore, Eduard Limonov, Fernando Aramburu, Paco Ignacio Taibo II, Alicia Gimenez Bartlett, Almudena Grandes Hernandez, Joël Dicker, e per la sezione Premio Strega, il vincitore del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, i cinque scrittori stranieri finalisti del Premio Strega Europeo presenteranno (l’ultimo giorno verrà proclamato il vincitore tra loro).

I progetti tematici saranno Anime Arabe e Solo Noi Stesse.

E poi ancora Piazza dei Lettori, Premio Goliarda Sapienza, Premio Casalini, Premio «Fuori», Festa Mobile, Superfestival, L’età Ibrida, Prospettive digitali.

Paese ospite è la Francia.

Insomma, anche quest'anno il Salone afferma e conferma la sua identità di festival letterario tra i più importanti del nostro Paese. Non resta che aspettare di conoscere il programma completo.

Condividi:  

Commenti