13 novembre 2015

[Recensione] "E venne la bestia" di Cristian Antonini

Voglio iniziare così il mio consiglio di lettura:


Una frase dai toni piuttosto forti, e infatti è efficace.
Cosa succede davvero nelle nostre città? E nelle nostre case, o addirittura, dentro noi stessi?
Nel buio ci sono i mostri. Possono nascondersi nei sotterranei della città in cui viviamo, possono spiarci dalle nostre cantine, ma anche da molto più vicino: si eclissano nella parte oscura della nostra coscienza, nel buio della nostra consapevolezza.
A volte è molto meglio non accendere la luce. Per non scoprirli, per non averne paura, per il semplice fatto che ci raccontiamo di non essere costretti ad affrontare qualcosa che non esiste.
Ma sapete cosa succede a furia di ignorare i mostri?
Perdiamo noi stessi...


Leggendo questo libro viene naturale un pensiero: per quanto sia difficile, pericoloso e struggente, dobbiamo accettare la bestia che c'è in noi. Quella di cui ci parla l'autore non è una creatura cattiva, piuttosto primitiva. Guidata da istinti primordiali. Lo scrivo in rosso, non tanto per il colore del sangue, quanto per il richiamo alla carne, la rievocazione di impulsi lontani dalla forza devastante.
"Mostri? Mostri, dici? La bestia è dentro chiunque. Ma solo chi vive in armonia con essa vive davvero."
Non vi dirò di chi o di cosa stiamo parlando, lo scoprirete leggendo.
Farete un viaggio in una Milano che probabilmente non avete mai visto (e chi l'avesse vista lo negherebbe tutta la vita), scoprirete la forza della natura e il richiamo dei sensi talvolta assopiti. Vivrete con i protagonisti una lunga ed estenuante battaglia in nome di un amore che deve essere incondizionato se vuole sopravvivere. 
Proverete sulla pelle la fatica di scelte quasi impossibili.
Comprenderete il senso di appartenenza e scoprirete che forse è vero che il destino non si può cambiare, ma possiamo cambiare noi per vivere al meglio la nostra condizione.
Correrete con la Bestia.
La guarderete in faccia. E se tutto va bene, ne avrete paura. Del resto, non è coraggio se non si ha paura, no?
(la Books Hunter Barbara)


L'autore:

Christian Antonini, nato nel 1971, è milanese di nascita ma valsassinese di adozione. Collabora con riviste di tecnologia e intrattenimento. Ha lavorato nel campo della comunicazione e dei videogiochi. Da sempre amante della narrativa di intrattenimento e del fantastico, è co-ideatore e co-direttore della prima rivista digitale italiana dedicata alla narrativa horror, sci-fi e weird: Altrisogni. È autore di numerosi racconti pubblicati su riviste e antologie, oltre che di romanzi di genere fantastico.

0 commenti:

Posta un commento