21 settembre 2017

"Premio Città di Como 2017", i finalisti

Cari lettori, anche per questa 4a edizione del Premio Città di Como 2017 sono stati resi noti i nomi dei finalisti.
L'organizzazione del premio ha avuto un gran da fare con oltre 2000 partecipanti. E la giuria finale ha decretato i 112 finalisti suddivisi fra le varie sezioni del premio.

Ci sono alcune novità: oltre ai primi classificati, verrà assegnato un premio anche ai secondi e terzi classificati, inoltre sarà assegnato anche un premio alla miglior opera proveniente dall'estero. Verrà anche dato un premio a una personalità o un Ente che si è particolarmente distinto per la diffusione della cultura o per particolari meriti in campo umanitario. Non è finita qui: verrà nominato il “Libro d’Oro dell’anno”, che non sarà altro che il libro pubblicato nel 2016 più amato e cercato dal pubblico.

Ma vediamo i finalisti e le sezioni nel dettaglio:

Narrativa edita
Simona Baldelli con “La vita a rovescio” (Giunti, 2016); Gianluca Barbera con “La truffa come una delle belle arti” (Alberti, 2016); Cristina Bellon con “L’uomo che non sono” (Cairo, 2016); Gianni Biondillo con “Come sugli alberi le foglie” (Guanda, 2016); Rita Bonfanti con “La sposa del lago” (Edizioni della Goccia); Edith Bruck con “La rondine sul termosifone” (La Nave di Teseo, 2017); Valentina D’Urbano con “Non aspettare la notte” (Longanesi, 2016); Enrico Galiano con “Eppure cadiamo felici” (Garzanti, 2017); Anais Ginori con “L’edicolante di Charlie” (Bompiani, 2016); Fattaneh Haj Seyed Javadi con “La scelta di Sudabeh” (Brioschi, 2017); Marco Milani con “L’inverno del pesco in fiore” (Piemme, 2016); Massimo Nava con “Il mercante di quadri rubati” (Mondadori, 2016); Carlo Patriarca con “Il campo di battaglia è il cuore degli uomini” (Neri Pozza, 2013); Sara Rattaro con “L’amore addosso” (Mondadori, 2017); Claudia Ryan con “Hana la Yazida. L’inferno è sulla terra” (San Paolo, 2016); Andrea Salonia con “Domani, chiameranno domani” (Mondadori Electa, 2017); Giorgio Scianna con “La regola dei pesci” (Einaudi, 2017); Giuseppe Sgarbi con “Lei mi parla ancora” (Skira, 2016); Nicoletta Sipos con “La promessa del tramonto” (Garzanti, 2016) e Valeria Vairo con “Il sapore della vita -Der Geschmack des Lebens” (Deutscher Taschenbuch Verlag 2016).

Narrativa inedita
Sebastiano Caruso con “La diagnosi”; Alfredo Caseri con “De solitudine”; Alessandra Farkas con “La targa”; Enrico Ferioli con “Viva la regina”; Elia Gonella con “L’ospite”; Leandro Lucchetti con “Il canto dell’orinoco”; Daniela Musini con “Messalina”; Matteo Pellegrini con “Cinque storie di cui tre buffe”; Rosanna Pirovano con “Il pineo”; Alessia Racci Chini con “Carmelina”; Kristine Maria Rapino con “Malvero”; Franco Rizzi con “La mostarda”; Giorgio Simoni con “Scelti per morire” e Selene Virdò con “La pianta maledetta”.

Poesia edita
Sebastiano Aglieco con “Compitu re vivi” (Il ponte del sale, 2013); Franco Arminio con “Cedi la strada agli alberi” (Chiarelettere, 2017); Matteo Bergamo con “Farfalle d’inverno” (Prospettiva Editrice, 2016) Franco Buffoni “Jucci” (Mondadori, 2014); Gabriella Cinti con “Euridice è Orfeo” (Achille e la Tartaruga, 2016); Andrea De Alberti con “Dall’interno della specie” (Einaudi, 2017); Claudia Di Palma con “Altissima miseria” (Musicaos, 2016); Nicoletta Grillo con “La pioggia che cade ieri” (La vita felice, 2017); Ibello Giovanni con “Turbative siderali” (Terra d’ulivi, 2017); Andrea Leone con “Hohenstaufen” (L’arcolaio, 2016); Malagrida Antonio con “Fuoristagione” (Raffaelli, 2016); Giorgia Meriggi con “Riparare il viola” (Marco Saya, 2017); Giampiero Neri con “Via provinciale” (Garzanti, 2017); Enzo Pelli con “Momenti irripetuti” (Alla chiara fonte, 2014); Davide Rondoni con “La natura del bastardo” (Mondadori, 2016); Francesca Rotondo con “A voce nuda” (La vita felice, 2016); Salvi Lina con “Del deserto” (Puntoacapo); Lidia Sella con “Strano virus il pensiero” (La vita felice, 2016); Gian Mario Villalta con “Telepatia” (Lietocolle, 2016) e Farhad Ali Zolghadr con “Sulla tenera pelle” (Lietocolle, 2015).

Poesia inedita
Alessandro Bellasio con “Nel tempo e nell’urto”; Maria Isabella Bordogna con inediti di poesia; Stefano Caldirola con “L’autunno e altro”; Giovanna Cardella con “Assenza”; Maria Caspani con “Scrivere ai margini della vita”; Roberto Cucinato con “L’ultimo canto del cigno”; Alceo De Sanctis con “Al serafino”; Ivan Fedeli con “La meraviglia”; Sergio Ghio con “Fendenti maree” e Romano Franco Tagliati con “Maria Maria”.

Sezione multimediale
-Sezione fotografia: Bruno Campagna con “Sulla strada per Angkor”; Andrea Comalini con “Ai confini del lago”; Lorenzo Donatelli; Roberto Gennaro con “Scent of sea”; Andrea Lombardini con “Confini perduti”; Andrea Signori con “La habana que posa” e Raluca Tudor con “Le strade di Firenze”.
-Sezione Videopoesia: Annalisa Ballarini con “Il viaggio”; Orabona S. Dell’Aversano con “Persi in loro”; Gianni Gandini con “Le note sospese”; Doriana Gastaldo con “Il giovane pellicano”; Eugenia Lindblad Berti con “Eclipse poetry” e Adriano Ruzzene con un dvd sulla “90°adunata alpini a Treviso”.

Reportage
Mauro Fogliaresi e Gin Angri con “Un cuore all’indice”; Verdiana Maggiorelli con “Gli sciroccati di Dio e i me”; Massimo Moscardi con un reportage su Budapest; Andrea Quadroni e Andrea Butti; Franco Vivian con “Viaggio in Patagonia” e Anna Vullo.

Saggistica
Emilio Casalini con “Rifondata sulla bellezza. Viaggi, racconti e visioni alla ricerca dell’identità celata” (Spino, 2016); Simonetta Cerrini con “La passione dei templari” (Mondadori, 2016); Fausto De Lalla con “Malamedicina” (Sonda, 2013); Mario Del Pero con “Era Obama. Dalla speranza del cambiamento all’elezione di Trump” (Feltrinelli, 2017); Carlo Ferretti con “L’editore Cesare Pavese” (Einaudi, 2017); Pasquale Frisone con “Vita nell’antica Roma repubblicana” (Elison Publishing); Marco Galbusera con “Il sindaco che rubò il lago” (Bellavite, 2016); Giada Lonati con “L’ ultima cosa bella. Dignità e libertà alla fine della vita” (Rizzoli, 2017); Giuseppina Mellace con “Una grande tragedia dimenticata. La vera storia delle foibe” (Newton Compton, 2015); Marco Morini con “Trump & Co” (Castelvecchi, 2017); Marta Federica Ottaviani con “Il reis. Come Erdogan ha cambiato la Turchia” (Textus, 2016); Mirta Pari con “Cibo contro cancro. La sfida mediterranea” (Europa Edizioni,2016); Renzo Paternoster con “Campi. Deportare e concentrare: la dimensione politica dell’esclusione” (Aracne, 2017); Federico Pennestri con “Figli di Asclepio. Le radici greche della medicina orientale” (Ludes, 2015); Marco Revelli con “Populismo 2.0” (Einaudi, 2017); Elena Rinaldi con “Einstein e associati” (Hoepli, 2017); Carlo Rosati con “Gli etruschi e le vie cave. Storia, simbologia e leggenda” (Moroni, 2013); Massimo Scanarini con “Il cervello mente” (Cleup, 2017) e Sandro Tirini con “Arthur Rimbaud in Africa” (Torinogenesi, 2015).

Teen
Sara Allione con “Prigioniera”; Cecilia Altamura con “Pensiero di soldato”; Maya Artusi Moro con “Folle volo”; Daniele Flaiani con “Il libraio”; Cecilia Gaggiotti con “L’eclissi”; Francesco Guazzo con “13 poesie”; Michela Medici con “Salvati”; Giorgia Notari con “La notte”; Alessia Tagliabue con “Passione e ragione” e Gabriele Uboldi con “Malinconia futura”.

Per sapere i nomi dei vincitori, non ci resta che aspettare il 7 ottobre 2017, ore 16.00, quando a Villa Olmo (CO), avverrà la premiazione dei vincitori di ogni sezione del Premio Città di Como 2017.



0 commenti:

Posta un commento