3 aprile 2017

Recensione "Vampiro in pigiama" di Mathias Malzieu

"Ho appena attraversato l'inferno in autostop. L'inferno vero. Non quello con il fuoco e dei tizi con le corna che ascoltano l'heavy metal, no, quello in cui non sai più se la tua vita continuerà."

Personalmente attendevo da tempo il ritorno alla narrativa di Mathias Malzieu. Dopo il primo libro "La meccanica del cuore", che ebbi la meravigliosa idea di acquistare, m'innamorai di questo scrittore, ebbi l'impressione di aver trovato una dimensione così diversa da volerla mangiare tutta. Una personalità e una magia uniche. Proseguii quindi a leggere "Il bacio più breve della storia" che resta l'opera che amo di più e arrivai all'ultimo lavoro: "L'uomo delle nuove"; ultimo fino a qui...

Oggi, Mathias fa un passo indietro. Con "Vampiro in pigiama", ci racconta se stesso e credetemi, chi ha letto i suoi lavori precedenti rimarrà senz'altro stupito di quanto già lo conosceva senza saperlo. Mathias è una specie rara di folletto francese, dal contenuto follemente delicato.
In questo libro esce con potenza e ironia, paura e apprensione, un ritratto di questo uomo che conferma le sue straordinarie doti artistiche.
Sono tanti gli autori che decidono di raccontarci un momento di vulnerabilità che nella loro vita sono stati costretti ad affrontare, ma credo che in pochi siano riusciti a farlo con la pesantezza di una piuma come ha saputo fare Malzieu.

Un lungo percorso quello che ci narra: i primi sintomi di un problema che poi diventa il pensiero di ogni minuto, qualcosa che si incastra in ogni spazio libero e che rigetta ogni ipotesi di felicità.
Chi ama questo scrittore sa già quanto sia inarrestabile, quanto la sua creatività sia sempre in progetto.
"Il problema è che offro più di quanto ho. Sono il più stupido dei draghi. Quello che sputa scintille e si brucia le ali."
Proprio questo pensa di se stesso. Di aver corso troppo. La malattia che gli viene diagnosticata è grave, pericolosa e arriva proprio quando il film tratto dal suo primo libro "La meccanica del cuore", è pronto per il cinema, quando tutta la gioia deve esplodere fra la prima del film, le interviste, le dirette, ecc. Una assurda battuta d'arresto destinata a essere un po' ignorata o per lo meno rimandata, perché non è esattamente nei piani di Mathias mollare il colpo, nonostante "Fiato corto e martello-demolicuore", lui cercherà il modo di non rinunciare, di restare in piedi, dimostrando ancora una volta la sua personalità meravigliosa.
Accanto a lui, la sua fidanzata Rosy, diplomata in "amorologia", suo padre e sua sorella, e naturalmente gli amici veri, quelli che sanno il significato della parola "esserci".

Ci sono dei passaggi in cui Mathias racconta se stesso mettendosi a confronto con i suoi stessi personaggi e scopre di essere riuscito in qualche modo ad anticipare quello che gli è successo, prima che accadesse. Troverete un po' di Jack de La meccanica del cuore nella sua storia, perché anche Jack aveva un difetto, il suo cuore non funzionava e anche per lui era tutta questione di vita o di morte e poi Tom Cloudman il personaggio dell'Uomo delle nuvole, che si fa vivo in più situazioni nella sua epopea di peggior acrobata del mondo e non solo. Rosy invece, beh, lei "è la roccia più morbida del mondo" per questo si lega bene, oltre che per la delicatezza, con la protagonista del secondo libro, Il bacio più breve della storia, colei che raccoglie il cuore in frantumi dell'inventore depresso.

Ma perché Vampiro in pigiama?
La lunga degenza di Mathias, la malattia, il bisogno di trasfusione, la camera sterile, il mondo fuori e i sogni dentro. La fantasia che resta, che combatte contro la paura: Miss Damocle. Lei è la sua incarnazione personale della paura, è una donna irriverente, che lo incita di continuo a mollare la battaglia, ma lui pensa all'importanza di focalizzarsi sulla gioia, cercando di non assecondare i momenti di sconforto, né le provocazioni di Miss Damocle.

Mathias Malzieu, si dichiara un sopravvissuto emato-poetico.
Per me è un narratore emato-proteico. Fa scorrere il sangue riempendolo di nuova energia.
Le sue parole sono cuscini morbidi e straordinaria melodia.
Amo le sue storie, amo la portata che hanno, il loro peso e il segno che lasciano. Ancora una volta, pur raccontando una sua difficile esperienza di vita, riesce a catturarci nelle sue riflessioni, raccontandoci senza paura delle scosse emotive e dei lampi fuori dagli occhi.

"Farmi salvare la vita è l'avventura più straordinaria che mi sia mai capitata."
Questo è Mathias Malzieu.
(La Books Hunter Jessica)

Titolo: Vampiro in pigiama
Autore: Mathias Malzieu
Editore: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Uscita: 2 marzo 2017
Pagine: 172
Prezzo (cartaceo): € 15,00
ISBN: 9788807032264
Prezzo (ebook): € 9,99
EAN-13 9788858827246

Il libro:
Mathias Malzieu ha sempre sognato di essere un supereroe ma, scopre, anche i supereroi si ammalano. E spesso in maniera grave, al punto da ricorrere a un trapianto, proprio come accade a Mathias. Con la stessa leggerezza e ironia di Jack e Tom Cloudman, gli eroi dei suoi romanzi precedenti, l'autore narra in prima persona le cure mediche ricevute, le degenze negli ospedali, gli incontri di grande impatto emotivo in quei luoghi freddi e asettici, ma soprattutto mette a nudo i sentimenti provati, dal dolore fisico alla rabbiosa gioia di vivere, dall'amore per i cari e per l'adorabile Rosy, al piacere di assaporare le piccole cose quotidiane: il sole, il vento, una Coca ghiacciata, la visione di un film, il gusto di un bacio. Il desiderio di creare, di fare musica, di promuovere il suo film "Jack e la meccanica del cuore", che uscirà a ridosso della diagnosi, terranno accesa la straordinaria vitalità di questo eterno bambino che non rinuncia alle sue galoppate in skateboard né ai suoi sogni. Stoico e coraggioso come un Cavaliere Jedi, affronterà questa battaglia, rinascendo per una seconda volta, grazie al sangue di un cordone ombelicale. L'immaginario pop, le atmosfere oniriche, la scrittura rendono "Vampiro in pigiama" un autentico inno alla vita, vibrante di sincera riconoscenza verso l'umanità.

Recensioni:

L'autore:
Mathias Malzieu è il leader dei Dionysos, uno dei migliori gruppi rock francesi, descritto da Iggy Pop come Francois Truffaut con una rock’n’roll band e autore del bestseller internazionale La meccanica del cuore (Feltrinelli, 2012). Ha pubblicato un album basato sul romanzo, ed è il codirettore dell’omonimo film di animazione prodotto da Luc Besson, finalista agli Oscar e ai Césars. Nato nel 1974, è cresciuto a Montpellier e vive a Parigi. Con Feltrinelli ha inoltre pubblicato L’uomo delle nuvole (2013), Il bacio più breve della storia (2015) e Vampiro in pigiama (2017).

2 commenti:

  1. interessantissimo!
    di suo ho leto solo "la meccanica del cuore" libro che mi è entrato nel cuore ma non ho letto altro.
    per leggere questo devo recuperarmi prima gli altri (che comunque leggerò) o posso leggerlo indipendentemente dagli altri?

    copertina bellissima, come le altre del resto!

    p.s.: peccato che il film non sia arrivato in italia.
    p.p.s.: non sapevo che avesse fatto anche un album ispirato al libro.

    RispondiElimina
  2. Grazie del commento, Dario! Puoi leggere questo indipendentemente dagli altri.
    Io te li consiglio ovviamente, ma sono tutti indipendenti. :)

    RispondiElimina