12 gennaio 2017

"Uccidi il padre" di Sandrone Dazieri - Un thriller di grande successo

Da poco è uscito il seguito, "L'angelo", che vi avevamo segnalato QUI. Ma il successo di Colomba e Dante, i due protagonisti, parte dal grande thriller "Uccidi il padre" ed è da qui che noi siamo ripartite.

Titolo: Uccidi il padre
Autore: Sandrone Dazieri
Editore: Mondadori
Genere: Thriller
Uscita: 26 maggio 2015
Pagine: 562
Prezzo (cartaceo): € 16,00
ISBN: 9788866211020
Prezzo (ebook): € 6,99

Il commento del lettore:
Una sorpresa continua, fra verità nascoste e colpi di scena.
Uccidi il padre è un thriller nel thriller. Quello che sembra un terribile fatto di cronaca isolato, si rivela il seguito di una storia che si pensava chiusa trent'anni prima.
Sandrone Dazieri rompe gli schemi, confonde le menti, regala attimi di indecisione pura.
Tutto questo toccando temi che farebbero scattare chiunque: "I bambini non si toccano".
Il quadro si fa via via più ampio, le persone coinvolte aumentano, il prezzo da pagare sempre più alto.
La sofferenza si mostra ancora sotto forma di ferita aperta e sanguinante nel presente di Dante, che intreccerà l'altrettanto confusa Colomba, che tenta di dimenticare il suo di passato recente. Due personaggi che riescono a sposare le loro personalità che non sono altro che lo specchio delle fragilità più profonde, frutto di esperienze terribili per uno, frutto di colpe e fallimenti per l'altra.
Colomba è una poliziotta: il senso del dovere e del riscatto (o ricatto) la indurranno ad occuparsi di questo caso, che le premerà ancor di più sulla coscienza nel momento in cui le si affiancherà la storia di Dante, che riuscirà, anche se con fatica a mettersi in gioco per sconfiggere il Padre.
Quest'ultima una figura così ombrosa, così terribile, così dura e cattiva, da spezzare ogni filo logico.
Per capire come agirà il male, dobbiamo prima capirne l'origine. E se quel male almeno una volta ci ha attraversato, allora innanzi tutto è necessario studiare se stessi, solo così potremo catturarlo. Qui il male è un assassino, un rapitore, un uomo che si rivelerà una figura più vicina di ciò che crediamo.
(Jess - Books Hunters Blog)

Il libro:
Un bambino è scomparso in un parco alla periferia di Roma. Poco lontano dal luogo del suo ultimo avvistamento, la madre è stata trovata morta, decapitata. Gli inquirenti credono che il responsabile sia il marito della donna, che in preda a un raptus avrebbe ucciso anche il figlio nascondendone il corpo. Ma quando Colomba Caselli arriva sul luogo del delitto capisce che nella ricostruzione c'è qualcosa che non va. Colomba ha trent'anni, è bella, atletica, dura. Ma non è più in servizio. Si è presa un congedo dopo un evento tragico cui ha assistito, impotente. Eppure non può smettere di essere ciò che è: una poliziotta, una delle migliori. E il suo vecchio capo lo sa. Le chiede di lavorare senza dare nell'occhio al caso e la mette in contatto con Dante Torre, soprannominato "l'uomo del silos", esperto di persone scomparse e abusi infantili. Di lui si dice che è un genio, ma che le sue capacità deduttive sono eguagliate solo dalle sue fobie e paranoie. Perché da bambino Dante è stato rapito e, mentre il mondo lo credeva morto, cresceva chiuso dentro un silos, dove veniva educato dal suo unico contatto col mondo, il misterioso individuo che da Dante si faceva chiamare "Il Padre". Adesso la richiesta di Colomba lo costringerà ad affrontare il suo incubo peggiore. Perché dietro la scomparsa del bambino Dante riconosce la mano del "Padre". Ma se è così, perché il suo carceriere ha deciso di tornare a colpire a tanti anni di distanza? E Colomba può fidarsi davvero dell'intuito del suo "alleato"?

L'autore:
Sandrone Dazieri è nato a Cremona nel 1964 ed è uno dei più apprezzati scrittori e sceneggiatori italiani. Nel 1999 è uscito il suo primo romanzo, Attenti al gorilla (Mondadori), cui hanno fatto seguito numerosi altri, tra cui La cura del gorilla(Einaudi, 2001, dal quale è stato tratto l'omonimo film con Claudio Bisio). Come sceneggiatore e headwriter ha curato alcune serie di straordinaria popolarità tra le quali: "Squadra Antimafia", "Intelligence" e "R.I.S. Roma". Nel 2014 ha pubblicato per Mondadori il Uccidi il Padre, tradotto in molte lingue e accolto ovunque da un grandissimo successo di pubblico e critica. A novembre 2016 ha pubblicato L'angelo, seguito di Uccidi il padre, sempre per Mondadori.

0 commenti:

Posta un commento