14 dicembre 2016

"Il drago pigmeo" di Marc Secchia - la storia di Pip il Drago Pigmeo

Lettori, vi segnaliamo il primo libro de Le leggende del drago mutaforma: "Il Drago Pigmeo" di Marc Secchia.

“Il suo cervello Umano insisteva nel farle credere di avere qualche rotella fuori posto. Però percepiva una presenza dentro di sé. Il suo Drago interiore. Non era una sensazione nuova. Si sentiva come se un segreto rimasto a lungo nascosto sotto acque oscure fosse finalmente emerso dalla superficie della propria coscienza. Com’era essere un Drago? Scosse la testa. Era una pazzia. Affascinante. Le procurava brividi bollenti.”

Titolo: Il drago pigmeo
Autore: Marc Secchia
Serie: Le Leggende del Drago Mutaforma #1
Editore: SelfPublishing
Genere: Romanzo
Uscita: 09 ottobre 2016
Pagine: 406
Prezzo (cartaceo): € 11,43
ISBN 9781539357766
Prezzo (ebook): € 2,99

Trama:
Ieri, un Drago mi ha rapita dalla mia gabbia allo zoo.

Pip è stata portata via dalla giungla in cui era nata, viene venduta al proprietario di uno zoo, e ora conosce solo un mondo circondato da sbarre, un mondo in cui un guerriero Pigmeo e il suo amico, una scimmia gigante, sono solo l’attrazione di uno zoo. Lei sogna di diventare Umana. Sogna di fuggire verso il mondo fuori da quella gabbia. 

Un giorno, il Drago Zardon la rapisce e la conduce a una nuova vita. Pip attraversa il Mondo delle Isole in volo sul Drago e arriva alla sua nuova scuola: una scuola dentro un vulcano. Una scuola dove gli Umani imparano a diventare Cavalieri del Drago. Ma questo è solo un piccolo assaggio del suo magico destino, perché i Draghi Assassini stanno per arrivare. Hanno attraversato la Fossa su un’Isola volante e il loro obiettivo è massacrare tutti i Draghi.

Ora, il coraggio della più piccola verrà sottoposto alla prova più grande. Perché Pip è il Drago Pigmeo, e questa è la sua storia.

L'autore:
Marc Secchia è un autore di bestseller e ha scritto più di una dozzina di libri fantasy. Nato in Sudafrica, vive e lavora in Etiopia con la moglie e 4 bambini, 2 cani e un numero variabile di marabù che fanno il nido sugli alberi di acacia del suo cortile. Nelle notti migliori si possono sentire anche alcune iene che si aggirano intorno al recinto sul retro.
Quando non scrive sull’Africa o sui draghi, a Marc piace viaggiare in posti lontani. Secondo lui non c’è niente di meglio dello starsene in piedi in cima a una montagna a chiedersi che cosa si nasconda al di là dell’orizzonte.

0 commenti:

Posta un commento