6 settembre 2016

"Eurídice Gusmão che sognava la rivoluzione", Martha Batalha - la rivoluzione di due sorelle

Buongiorno lettori, oggi vi segnaliamo la recente uscita per Feltrinelli del libro di Martha Batalha:
"Eurídice Gusmão che sognava la rivoluzione"

Drammaticità e humour in un romanzo ricco di atmosfera e di verve, che ben si inserisce nella migliore tradizione narrativa latinoamericana.

In una girandola di profumi e passioni, la piccola, grande rivoluzione di due sorelle e del mondo che le circonda.
Titolo: Eurídice Gusmão che sognava la rivoluzione
Autore: Martha Batalha
Editore: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Pagine: 208
Prezzo (cartaceo): € 16,00
Prezzo (ebook): € 9,99

Trama:
Rio de Janeiro, anni quaranta. Nel quartiere di Tijuca, tutti conoscono le stranezze di Eurídice e Guida Gusmão. Bellissima e ribelle, Guida è fuggita di casa per coronare il proprio sogno d’amore con il rampollo di una famiglia che si opponeva al fidanzamento. Mentre Eurídice, figlia modello rimasta a consolare i genitori, è una moglie devota e attenta, salvo poi, di tanto in tanto, lanciarsi in qualche bizzarro progetto per passare il tempo.

Ma che sperimenti fantasiose ricette a base di curcuma e latte di cocco, avvolgendo la cucina in una nuvola seducente di aromi che mai si erano sentiti in una casa rispettabile, o trasformi il salotto in un atelier di sartoria all’ultima moda, ogni sua iniziativa è destinata al fallimento. La società carioca non è ancora pronta per dare spazio alle donne intraprendenti e nessun uomo è interessato ad avere una moglie che pensa, meglio accontentarsi di una vita tranquilla e senza scossoni. E Antenor, il marito di Eurídice, non è da meno.

Finché, un giorno, Guida si presenta alla porta della sorella. Infelice e sventurata, è disposta a tutto per sopravvivere. Con o senza un marito al proprio fianco. Sullo sfondo di una città che brulica di passione e di vita, tra personaggi indimenticabili come la vicina pettegola Zélia e suo padre Álvaro, alle prese con il malocchio di un potente stregone, l’ex prostituta Filomena e il cartolaio Antônio, costretto a vivere con la madre ipocondriaca mentre cerca invano di attrarre l’attenzione di donna Eurídice, si dipana il rocambolesco percorso di emancipazione delle due sorelle e il loro tentativo di scendere a patti con il ruolo imposto dalla società dell’epoca.

Perché ogni grande rivoluzione comincia tra le mura domestiche.

Cosa dicono del libro:

“Uno dei migliori libri dell’anno.” (O Globo)

“La nuova promessa della letteratura brasiliana.” (Vogue)

L'autrice:
Martha Batalha è nata a Recife nel 1973, ma è cresciuta a Tijuca, Rio de Janiero. Si è laureata in Giornalismo con un master in Letteratura alla Pontifícia Universidade Católica. Ha lavorato per alcuni importanti giornali brasiliani e poi ha fondato una casa editrice, Editora Desiderata. Nel 2007, dopo averla venduta a un importante gruppo editoriale, si è trasferita a New York, dove ha conseguito un master in Editoria alla New York University e ha ottenuto la Oscar Dystel Fellowship. Vive a Santa Monica, California. Eurídice Gusmão che sognava la rivoluzione (Feltrinelli, 2016) è uno straordinario successo sulla scena internazionale, fatto raro per un romanzo d’esordio.

0 commenti:

Posta un commento