20 giugno 2016

"La femmina nuda" - Elena Stancanelli, finalista al Premio Strega 2016

Buongiorno lettori, continua il nostro viaggio di approfondimento sui 5 finalisti al Premio Strega 2016. Oggi parliamo dell'unica donna della cinquina: Elena Stancanelli e il suo libro La femmina nuda, edito da La Nave di Teseo.

Fiorentina di nascita e di studi (laureata a Firenze in Lettere moderne), si trasferisce a vivere a Roma, dove ha frequentato l'Accademia d'Arte Drammatica. Nel frattempo intraprende la carriera letteraria, partecipando al Premio Giuseppe Berto e vincendolo con "Benzina", pubblicato da Einaudi nel 1998. Da quest'ultimo e dal suo successivo romanzo, "Le attrici", Einaudi, la regista Monica Stambrini ha tratto il film "Benzina" (2001).


Elena Stancanelli è attiva anche nella produzione di racconti, pubblicati su riviste e rotocalchi (Max, Amica, Gulliver, Tutte Storie, Cosmopolitan, Marie Claire) e su alcuni quotidiani nazionali (Il secolo XIX, Corriere della Sera).
Collaboratrice stabile del quotidiano La Repubblica, scrive anche su Il Manifesto e l'Unità.
Ha partecipato all'album tributo ai Diaframma, "Il Dono" cantando la canzone "Amsterdam".


Tra le sue opere ricordiamo:
Benzina, Einaudi, 199
Le attrici, Einaudi, 2001
Firenze da piccola, Laterza, 2006
A immaginare una vita ce ne vuole un'altra, minimum fax, 2007
Mamma o non Mamma con Carola Susani, Feltrinelli, 2009
Un uomo giusto, Einaudi , 2011 
La femmina nuda, La Nave di Teseo, 2016

Il libro:
Anna è una donna intelligente, bella, con un lavoro interessante, ma di colpo tutto questo non serve più. Dopo cinque anni la sua storia d'amore con Davide affonda in una palude di tradimenti, bugie, ricatti. E la sua vita va in pezzi. Si trasforma in un'isterica, non dorme, non mangia, fuma e si ubriaca ogni sera per riuscire ad addormentarsi. Compulsivamente inizia a frugare nel telefonino di lui nelle chat, sui social. Non sa cosa sta cercando, non sa perché lo sta cercando. Per un anno rimarrà prigioniera di quello che lei stessa chiama il regno dell'idiozia, senza riuscire a dirlo a nessuno. Questo racconto è la sua confessione, sotto torma di lettera, a Valentina, la sua più cara amica, che l'ha vista distruggersi sera dopo sera. Anna dice tutto, senza pudore. I dettagli umilianti e ridicoli, l'ossessione, la morbosità. Anna somiglia a tutti noi, che combattiamo questa guerra paradossale che chiamiamo amore. Ogni tanto vinciamo, più spesso perdiamo. L'unica cosa su cui possiamo sempre contare, l'unica capace di indicarci i nostri confini, i nostri bisogni, è il corpo. E sarà al corpo che Anna si aggrapperà per sconfiggere il dolore.

Titolo: La femmina nuda
Autore: Elena Stancanelli
Editore: La nave di Teseo 
Pagine: 156
Prezzo di copertina: € 14,45 - ebook 9,99
Uscita: 31 marzo 2016
ISBN-13: 978-8893440028


"Terminata la lettura del nuovo romanzo di Elena Stancanelli (candidato al Premio Strega) si ha la sensazione di essere stati presi a schiaffi e che il trattamento abbia prodotto un effetto rigenerante, come in una durissima cura fisioterapica."
Tuttolibri - La Stampa

0 commenti:

Posta un commento