13 giugno 2016

Recensione "Calendar Girl" (Anteprima)

Se vi piacciono le estati bollenti, ho un buon suggerimento per voi: be' non vi garantisco che funzioni anche con il meteo, ma sicuramente vi sentirete incendiare leggendo questo libro.
Le promesse dell'autrice non sono state disattese. Chiacchierando di questo libro con l'amica Foschia75 (Sognando tra le righe) a proposito di quanto sia audace questo scritto, mi dice che sul sito di Audrey Carlan si legge: She writes wicked hot love stories that are designed to give the reader a romantic experience that’s sexy, sweet, and so hot your ereader might melt." 
"[...] Talmente caldo che il vostro lettore ereader potrebbe sciogliersi".
Ebbene confermo, è tutto vero. Certo è difficile parlarvi di questo libro senza fare spoiler, ma cercherò di fare del mio meglio. 
Innanzitutto vi dico cosa ho tanto apprezzato di questa storia: Mia Saunders, la protagonista, non è un'ipocrita. Quanto sarebbe facile giustificare a se stessa che fa quello che fa solo e unicamente per salvare la vita al padre. Quanto la farebbe sembrare vittima di una vita schifosa e indegna. La povera piccola Mia che si sacrifica per il bene della sua sgangherata famiglia. Figlia di una madre che se ne è andata lontano inseguendo sogni e carriera e di un padre che a questo fatto non si è mai rassegnato, diventando un alcolista con il vizio del gioco, Mia ha passato la vita a sistemare casini e far quadrare conti, cercando di crescere la sorella minore Madison, di darle amore e sicurezza. No, così non avrebbe funzionato. Sarebbe stato scontato e un tantino convenzionale: bella come il sole, è costretta a fare la escort di lusso (nell'agenzia di zia Millie) per salvare la situazione. Certo è vero, decide di accettare questo lavoro perché ha bisogno di soldi, tanti e subito. Deve pagare un debito contratto dal padre con uno strozzino e lui non può rimediare perchè è in coma dopo essere stato pestato pesantemente dagli aguzzini. Ma la verità, che non è neanche un po' velata ma bella esplicita, è che questa avventura la alletta. Il brivido causato dalla curiosità impregnata di paura. Mia adora gli uomini sexy e le piace fare sesso. Tanto. Le piace sperimentare ed esplorare nuovi orizzonti. È sfrenata e disinibita ma non è disposta a sacrificare la sua dignità per niente e per nessuno al mondo. Le piace giocare a patto che le regole stiano bene anche a lei. Quindi sì, fa la escort perché guadagna parecchio e questo le consente di risolvere la questione del padre e mantenere la sorella al college, ma lo fa anche perché questa esperienza la stuzzica. Certo non permette a nessuno di considerarla una prostituta: soprattutto non lo permette a se stessa e ai suoi clienti. Infatti riesce ad avere il controllo su queste forme particolari di relazioni, in cui lei "ama a modo suo". C'è tanta irruente passione, ma c'è anche tanta dolcezza. C'è davvero tanta bellezza. E ci sono dei momenti esilaranti perché Mia è anche sfrontatamente simpatica; sono passaggi che ho molto apprezzato perché hanno alleggerito e "rinfrescato" la narrazione.

In questa prima edizione italiana cartacea, Mondadori ci propone Gennaio, Febbraio, Marzo. Ah giusto, non vi ho detto del titolo "Calendar Girl". In verità la serie si compone di dodici storie, una per ogni mese. Questo perché Mia si dedica a un cliente per un mese intero: questo le consente di guadagnare cifre da capogiro. E ovviamente si trova a interagire con uomini molto ricchi, che possano permettersi di spendere tanto per la sua compagnia. Mia è curiosa di muoversi in questi ambienti, è un'esperienza eccitante (ma del resto sono davvero tante le cose che lei trova eccitanti). Si ritrova a indossare scarpe che costano più di un automobile e anche se vestire questi "panni" non le spiace, non è certo una priorità o un punto di forza. Agli abiti da cocktail abbinati a calzature tacco dodici, preferisce sempre e comunque i jeans attillati, le magliette dei gruppi rock e gli stivali da motociclista. Insomma, avrete capito che è una tipa tosta e che fa impazzire gli uomini. E da brava maestra d'arte, Audrey Carlan, in uno scambio equo, offre su un piatto d'argento anche uomini capaci di far perdere la testa alle donne. 

Gennaio. Malibù. Protagonista maschile è Wes, strepitoso surfista tutto muscoli e... cervello. Sceneggiatore e regista di successo, è un uomo gentile e comprensivo, forte e protettivo. Non mi dilungo sui suoi pregi fisici perché non voglio togliervi il piacere di scoprirli leggendo, ma vi anticipo che è un seduttore strepitoso, un amante appassionato e fantasioso. Un uomo che lascerà il segno nella vita di Mia più di quanto lei abbia il coraggio di ammettere. Un uomo a cui è difficile, se non impossibile, dire addio. E infatti...
FebbraioSeattle. In questa parte del suo "viaggio" Mia incontra Alec, stravagante artista francese che fa di lei la sua Musa. Insieme creano arte, e non solo in camera da letto. Alec è un uomo sexy che tratta Mia con riverenza e le apre gli occhi sull'amore e le sue mille sfaccettature. La loro intesa è perfetta e l'intimità sublime. I loro giochi erotici sono pieni di energia e intensità. Un mese di armonia fisica e spirituale. Amore, a scadenza certo, ma pur sempre una forma d'amore.
MarzoChicago. Qui cammino sul filo spinato perché sarebbe facile cadere nella trappola svelando troppo. Di questo libro è forse la parte che mi ha più spiazzata. Il cliente in questo caso è Tony, un pezzo da novanta del mondo degli affari, a capo di una catena di ristornati sparsi in tutto il Paese. Lui è un ex pugile, con un fisico massiccio. Un "dio greco". Be' lui è... lui è... 
Non posso dirlo. Posso però anticipare che in questo mese Mia avrà degli approcci sessuali veramente audaci con... 
Qui il livello di erotismo è altissimo, ci sono delle scene molto sfrontate, anche nel modo in cui vengono raccontante, ma è proprio il tipo di contatto che lo richiede. E si capisce molto bene l'intenzione dell'autrice che narra in questa forma questo tipo di amplesso, che accade qui per la prima volta.

Ognuno di questi uomini, a modo suo, ha amato Mia e lei non si è risparmiata contraccambiando. E non solo fisicamente. Ne è prova il fatto che sta crescendo in questo suo percorso, sta formando se stessa e plasmando la sua vita un pezzo alla volta. Vedremo come proseguirà il viaggio di Mia. Per il mese di Aprile, volerà a Boston. 
(la Books Hunter Barbara) 


Mi hanno chiesto di recitare il ruolo della fidanzata per 12 mesi.
12 uomini inarrivabili, 12 città sorprendenti, 12 ambienti esclusivi, 12 guardaroba diversi.
È l'unico modo che ho per guadagnare un milione di dollari e salvare la vita di mio padre.
Un anno così forse è il sogno che ogni donna vorrebbe vivere.
Ma tu lo faresti?

Calendar Girl di Audrey Carlan racconta la storia di Mia, una ragazza come tante che, per necessità economiche impellenti (suo padre rischia di essere ucciso) decide di fare la escort. Il suo incarico durerà dodici mesi, durante i quali le verranno assegnati dodici uomini diversi da accompagnare, tutti belli e affascinanti, senza nessun obbligo di prestazioni sessuali. Durante il suo "anno da favola", Mia vivrà accanto a loro in 12 città diverse, conoscendo ambienti esclusivi e con la possibilità di indossare guardaroba e gioielli da sogno. Il premio finale sarà un milione di dollari. Una storia romantica, sexy e travolgente, da leggere in quattro volumi, che si susseguiranno per Mondadori entro la fine del 2016. 

Il romanzo, pubblicato per una piccola casa editrice americana in 12 volumi - uno al mese -, ha scalato in pochissimo tempo le classifiche, diventando uno dei libri più venduti d'America. Presto sarà anche una serie TV: la ABC, il canale che ha prodotto Gossip Girl, ne ha opzionato i diritti per l'adattamento cinematografico.

Avevo bisogno di soldi, tanti soldi. In ballo c'era la vita di mio padre. Io però non avevo un centesimo, per arrivare a fine mese facevo la cameriera. Non avevo un amore e, diciamolo, all'amore, quello con la a maiuscola, non ci credevo neanche più tanto. Le mie storie fino ad allora erano state solo fonti di guai e delusioni.
Mi hanno offerto un lavoro. Recitare il ruolo della fidanzata di uomini di successo. In pratica per un mese dovevo fingere di essere la loro compagna davanti agli occhi di tutti e in cambio ognuno di loro sarebbe stato disposto a pagarmi centomila dollari. 12 mesi, 12 città, 12 uomini ricchi, famosi, inarrivabili, 12 ambienti esclusivi, 12 guardaroba diversi. Più di un milione di dollari. Il sesso, chiariamoci, non faceva parte degli accordi. Quello dipendeva e dipende sempre solo da me.
L'amore neanche quello faceva parte del piano. Ma intanto quello non dipende da nessuno...
Gennaio, Los Angeles, uno sceneggiatore con un corpo sexy quanto la sua mente. Febbraio, Seattle, un artista francese in cerca della sua musa. Marzo, Chicago, un ex pugile imprenditore dal cuore spaventato.
Tutti uomini da sogno. Che poi sono persone. Intriganti, fragili, che hanno paure, segreti e verità nascoste. Loro hanno scelto me. Per un mese sono entrati nella mia vita. Tutti mi hanno lasciato qualcosa. E uno mi sta chiedendo di cambiare le regole del gioco... ma l'amore, tutti lo sanno, di regole non ne ha.
Ho intrapreso questo viaggio perché era l'unico modo per salvare la vita di mio padre.
Mi sono fidata, ho buttato il cuore oltre l'ostacolo. Ed è iniziata la favola.
Il viaggio ha salvato la mia, di vita.

Titolo: Calendar Girl - Gennaio Febbraio Marzo
Autore: Audrey Carlan
Editore: Mondadori
Genere: erotico
Pagine: 330
Prezzo di copertina: 
Data di uscita: 14 giugno 2016
Isbn: 9788804665205

L'autrice:

Audrey Carlan è un'autrice bestseller. Con Calendar girl ha venduto milioni di copie e conquistato le classifiche americane. Vive con il marito e due figli nella California Valley e ogni giorno si innamora dell'amore.

2 commenti:

  1. Ussignor! leggere la recensione di Marzo mi ha stuzzicato oltremodo!!! bellissima analisi (che condivido in pieno) di un romanzo e di una protagonista, che non scadono nei soliti cliché proposti dal genere.
    Brava Barbara, hai veramente centrato l'essenza di questa serie, e mi trovi assolutamente d'accordo, solo che io non sarei riuscita a trasmetterlo così bene! Un abbraccio ora la spammo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, le tue parole mi fanno tantissimo piacere. Ti voglio bene.
      E... aspettati una gran sorpresa per Marzo ;)

      Elimina