5 settembre 2015

Il declino di Wikipedia...

È di questi giorni la notizia che spopola sui media internazionali: dall'inizio del 2015, Wikipedia, l'enciclopedia web più conosciuta e frequentata, ha perso 300 milioni di utenti.

Un bacino di utenza pazzesco, considerato che ogni mese i visitatori sono circa 500 milioni.


Quali sono le cause della grande fuga? 
Pare che prima di tutto, neanche a dirlo, sia colpa del "sistema". In una parola, Internet e i suoi accessi. 
I "prodotti" nascono in rete, vivono un'esistenza più o meno gloriosa, e poi lentamente cadono nell'oblio. Wikipedia, a quanto pare, non costituisce eccezione alla regola. 
Mentre fino al 2005 circa, gli utenti andavano diretti su Wikipedia, adesso le abitudini dei marinai del web sono cambiate: si va dritti sui motori di ricerca (Google è il primo, ma forse non c'è bisogno di puntualizzarlo), si digita quello che si cerca e poi forse le correnti del mare fanno approdare sulle spiagge di Wikipedia. Sembrerebbe più o meno la stessa cosa, ma in verità la differenza è importante, tando da determinare una perdita di utenza dell'isola ex felice di Wikipedia.
Pensate, ad esempio, che gli accessi da Smarphone in rete sono pilotati e forzati sui motori di ricerca. 

Poi pare che giochi a sfavore di Wikipedia anche il fattore attendibilità. 72 mila sono i volontari che, da tutto il mondo, lavorano con grande impegno alla costante "manutenzione" del portale, aggiornandolo e controllandolo continuamente (gratis e questo lo dobbiamo proprio dire!). Questi operatori non sono i famosi letterati e scienziati che facevano enciclopedie un tempo, ma sono persone "del popolo". Già il fatto che vengano "etichettati" così, ci fa pensare: "non è che siamo di fronte al vecchio e solito sottile pregiudizio?". 


Comunque pare che Wikipedia sia poco attendibile quando parla proprio di se stessa. Date incerte, qualche imprecisione, proprio quando gioca in casa. Un "gioco" (appunto) alimentato proprio dal quel burlone di Jymmy Wales, fondatore del portale, che scherza sulla sua stessa data di nascita, e su quella della sua creatura virtuale. Ma può questa leggerezza minare un intero sistema? Di sicuro è molto più cagionevole quanto fanno i soliti barbari, che si divertono a inserire dati non corretti, come ad esempio morti premature.

In conclusione: non è che parlando di "scarsa attendibilità" si stia un po' esagerando?

0 commenti:

Posta un commento