29 maggio 2015

Recensione "La Verità Celata" di Seb Kirby

I segreti che celiamo possono stravolgere il nostro presente. Improvvisamente ogni nostra difesa cade, mostrando il nostro teatrino. Certi segreti pesano come macigni, sono veri e propri fardelli capaci di renderci inarrivabili. Possono cambiare il nostro destino, mettendo sulla nostra strada insidie e vendette.
Quello che troviamo in questo thriller, è una concatenazione di eventi che a loro volta accendono la miccia di altri. La costruzione di una storia importante e principale, che si incastra sapientemente in ognuna delle storie dei protagonisti, rendendo ognuno di essi parte attiva ai fini della narrazione e della storia stessa. Tasselli precisi di un puzzle che svelano a turno elementi della storia atti a deviarne la strada, rendendola sempre più impervia.
L’elemento principale è un assassinio che dà luogo ad una serie di azioni e illazioni tipiche di questo genere. Investigatore e assassino, vittima e carnefice. Passo dopo passo, ci si trova ad assimilare indizi e a lasciar cadere accuse, scoprendo un mondo nuovo sotto la superficie del cielo. Non solo, sullo sfondo dell’omicidio di una donna, scopriamo la doppia vita di altri, veniamo a conoscenza di ciò che lega la vittima al protagonista, ci troviamo a scoprire chi tiene le fila di tutto.
Ad impreziosire di fascino questo thriller, un quadro, che rivela la sua identità nascosta al lettore via via che la storia si fa più difficoltosa per chi la vive. Un quadro da cui l’autore di questo libro, ricava una storia davvero forte e piuttosto inquietante, una storia di vizi e smania di potere.


"La Leda e il cigno" - Michelangelo
E se come me, deciderete di indagare sul serio, allora andrete a cercarlo nel Web, e da lì, ricaverete preziose informazioni per tradurre nella vostra mente le parole del libro in vere e proprie immagini. Il quadro esiste e la sua storia non è invenzione dell’autore.
Il primo di una trilogia, La Verità Celata, regala al lettore suspense e sorpresa. Ci fa sentire un po’ in corsa contro il tempo, che non sembra mai essere abbastanza, soprattutto quando le autorità comunicano al protagonista, James Blake, che qualcosa non torna nel DNA della vittima. Una storia ben costruita, fra giorni presenti e giorni già trascorsi. Da Londra a Firenze: quest’ultima fulcro di tutto ciò che svelerà la verità ai protagonisti. Una famiglia potente, qualcuno che si vuole vendicare sono ottimi elementi per gettare le base di un thriller ben confezionato. A parte alcuni refusi e l’uso secondo me pesante di alcuni pronomi personali, l’autore ha fatto un bel lavoro e ha giocato bene le sue carte, infilando al punto giusto il colpo di scena, quella verità da sempre celata, che spiega ogni cosa.
(la Books Hunter Jessica)


L'autore:
In qualità di docente presso l’Università di Liverpool, Seb Kirby è stato una figura di spicco nel campo della ricerca, con l’utilizzo innovativo del laser nel restauro dei dipinti e delle opere d’arte. Questo lo ha condotto in Italia e ha ispirato l’amore per il nostro paese e per il suo patrimonio artistico.
Nel 2012, ha lasciato l’insegnamento e la ricerca per perseguire la sua ambizione di tutta la vita: diventare un autore di romanzi thriller. Tramite self publishing, in poco tempo la sua Serie thriller di James Blake è diventata un bestseller internazionale. Il primo libro della serie, Take No More, ha venduto oltre 100.000 copie ed è apparso regolarmente nella classifica Top 100 di Amazon Kindle.

Aggiornamento 27.10.2015:
Potete leggere il nostro BookConsiglio de "L'ombra dell'inganno", secondo volume della serie, QUI

1 commento:

  1. Carissime Jessica e Barbara, sia io che l'autore desideriamo ringraziarvi per l'interessante recensione pubblicata sul vostro blog.
    Per quanto riguarda i refusi o l'uso pesante di alcuni pronomi, purtroppo il primo revisore non ha assolto adeguatamente al suo compito, tuttavia io e l’autore abbiamo già provveduto ad un’ulteriore revisione del testo e l’edizione de La verità celata ora disponibile (su Amazon, Kobo e iTunes store) non contiene più queste problematiche.

    RispondiElimina