24 dicembre 2014

Giveaway "Quello che le favole non dicono" - I vincitori

24 Dicembre 2014

Carissimi lettori, ieri si è concluso il giveaway dedicato a "Quello che le favole non dicono" di Francesco Giannini.
Già questa mattina, proprio in occasione del Natale, l'autore ha letto con entusiasmo i vostri "10 minuti" e, congratulandosi con tutti, ha scelto i cinque vincitori.
Di seguito i nomi e la motivazione:

Jess Maccario "per l'eternità in 10 minuti"
Katy 71 "per l'amore che rapisce"
Marika "per l'abbraccio che pulisce l'anima"
Carmela Barca "perché è una sensibilità dell'anima"
Giada Alessia Lugli "perché mi ha ricordato di fermare gli attimi"

Inoltre, l'autore avrebbe voluto premiare anche un sesto commento, ma siccome non era previsto dal regolamento, il premio viene offerto da Books Hunters Blog:

Alina Casertano "perché ha il coraggio di ammettere".

Invitiamo i vincitori a comunicarci il prima possibile alla mail del blog gli indirizzi a cui spedire il libro: bookshuntersblog@gmail.com







"Ho solo dieci minuti. Cosa ne faccio? E a chi li dedico?"

Per questo Natale le vostre Books Hunters insieme all'autore Francesco Giannini, vi propongono un giveaway con in palio ben cinque copie autografate del suo libro:


Siamo rimaste molto colpite da uno dei racconti contenuti in questo libro:
"Dieci minuti intensi di te".
Da qui l'idea di dare anche a voi la possibilità di riflettere e scrivere in merito a questo valore di tempo.
Dieci minuti sono pochi, sono tanti... ma tutto sta a come li usiamo.

Estratto:
"Sorrido: fra un minuto tutto sarà finito. Almeno avrò una piccola certezza. Il tempo è scaduto."

L'autore sceglierà i dieci minuti meglio spesi e originali e regalerà a cinque di voi una copia cartacea del suo libro.


Regolamento:

- Lasciare un commento sotto questo articolo scrivendo a proposito dei vostri dieci minuti.
- Mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook:
- Diventare lettori fissi del nostro blog.

IL GIVEAWAY SI CHIUDERA' IL 23.12.2014
Nessun limite alla vostre idee purché non diventino un poema!

Estratto:
"Forse non contano dieci minuti, questi dieci minuti, ma conta tutto il tempo in cui lasciamo che il mondo sia in standby, conta tutto il tempo in cui abbiamo le nuvole ad un passo, e non proviamo a bagnarci di loro."

12 commenti:

  1. Dieci minuti li passerei in compagnia della persona che più amo al mondo. Semplicemente abbracciati, a condividere un momento che ai più potrebbe sembrare "normale", mentre per noi, che passiamo la settimana separati e possiamo vederci soltanto poche ore, sono speciali. Non c'è bisogno di fare grandi cose per stare bene... non c'è bisogno per forza di uscire, festeggiare, occupare il tempo in qualche modo. Bastano dieci minuti abbracciati a godere l'uno della compagnia del'altro per stare bene. In dieci minuti si può raccontare l'intera settimana, condividere anedotti divertenti, fare progetti sul futuro... o anche stare in silenzio, a riflettere sul fatto che nessuna parola può uguagliare quell'istante di felicità.
    Non conosco questo libro ma mi ha incuriosita :)
    Jessica

    RispondiElimina
  2. La mia vita è fatta di tratti temporali precisi. Ogni volta che lui entra nel mio mondo lo sconvolge. Sa dilatare le dimensioni dello spazio e del tempo, dare prospettiva alla monotonia quotidiana e colore alla grigia spirale dell’abitudine. Mi fa sentire amata, importante, il fulcro dei suoi pensieri e delle sue azioni. Nel suo mondo, io sono il sole fin dall’inizio del nostro tempo. Va da sé che, quindi, che dieci minuti su questo satellite possono essere la cosa più preziosa che possiamo avere. Regalare il proprio tempo equivale a donare se stessi. Farlo per chi si ama dà un senso al nostro tempo e di conseguenza anche alla nostra esistenza

    RispondiElimina
  3. Dieci minuti sono troppo pochi, forse, o troppi...
    Non mi è facile scegliere, se avessi dieci minuti in più, quale cosa farei per prima?
    Ecco, sì: chiederei al mio ragazzo di chiudere gli occhi, di non pensare a nulla, di ''godersi'' solo il mio abbraccio ascoltando il battere dei nostri cuori...
    Sì, un abbraccio che dura dieci minuti può lenire il dolore che vorrei portare via dalla sua anima

    RispondiElimina
  4. Io trascorrerei i miei dieci minuti con tutte le persone a me care che ormai non sono più in vita... I miei bisnonni.. Ho avuto la fortuna di poterli conoscere visto che ormai di sti tempi nessuno se ne preoccupa più ... Alcuni hanno ancora questa fortuna ma non sanno nemmeno di averla... Io per fortuna l'ho avuta e ringrazio sempre loro per avermi insegnato qualcosa e valori di vita anche se non per molto!
    gfc: Denise Nicosia
    fb:Denise Nicosia
    email: piccolastella9318@hotmail.it

    RispondiElimina
  5. Dieci minuti può essere un tempo relativamente breve o relativamente lungo, dipende dal punto di vista di ciascuno di noi. In dieci minuti si possono fare tante cose, addirittura, per assurdo, ci si potrebbe persino innamorare in dieci minuti! Se pensassi ai miei dieci minuti li trascorrerei scrivendo, lasciando che i pensieri confluiscano sui fogli di carta. Ecco, sì, sarebbero dieci minuti perfetti.
    Gfc: silvia devitofrancesco
    Fb: silvia writress
    Mail: silvia1710@live.it

    RispondiElimina
  6. dieci minuti passati a leggere non sono mai mal spesi :)
    marialice pompilii su fb
    rosaspina86@gmail.com

    RispondiElimina
  7. Questi 10 minuti li voglio dedicare a me stessa ! si, voglio essere per una volta spudoratamente egoista , ne ho abbastanza di doveri svolti da un’eternità, amori mal corrisposti, ferite e lacrime , delusioni, affanni e apprensioni.
    Voglio dedicarmi l’amore che non mi sono mai concessa, ritenendo non fosse il caso. Ora, ben oltre la metà della vita, ho capito che sono io la persona più importante, perché , se non ci fossi, non saprei che esiste questa meravigliosa vita. Perché ho capito che non devi aspettarti da altri ciò che vorresti ma devi cercarlo dentro di te. Quindi respiro profondamente, mi abbraccio e mi dico “ti voglio bene”.

    RispondiElimina
  8. 10 minuti simbolici è Il tempo che prendo per me ..in quei minuti cerco di staccarmi da quello che Mi circonda di valutare e valutarmi. ....ho il terrore di essere plasmata dalla società dalla massa dal pensiero comune da questo mondo dall apparenza normale. Ce crisi? Ce la prendiamo con lo straniero che ci ha rubato il lavoro povere marionette che siamo..lo straniero che ha rischiato la vita sul barcone è il nemico che crediamo di vedere...mentre chi tira le fila delle marionette non tirerà mai il filo per farci alzare la testa e guardare in alto . . In quei minuti simbolici di riflessione so di non poter cambiare il mondo ma so che posso tenere duro x non cambiare senza accorgermene...

    RispondiElimina
  9. Dieci minuti per aumentare la mia autostima, dirmi che sono vera, sana, bella tanto dentro ma anche fuori, che mi si può voler bene e non è detto che il mondo fa schifo.
    gfc: ISA VAL
    cogitoergosum8587@yahoo.it
    FB: cogito ergosum

    RispondiElimina
  10. Sono una mamma super-impegnata di due bambine piccole, sempre a lavorare tutto il giorno,a preoccuparmi per gli altri,a curare la casa e la mia famiglia...sono contenta,per carità, ma sinceramente se avessi 10 minuti li impiegherei per me stessa,dedicandomeli tutti e facendomi coccolare con un massaggio rilassante o un bagno caldo e profumato, con una candela accesa e un sottofondo musicale,magari del mio cantante preferito recentemente scomparso ovvero Mango.Servirebbero senz'altro a scrollarmi di dosso fatica e tensioni quotidiane donandomi serenità ed rinnovata energia.
    GFC/FB: Chicca Tamburrino
    e-mail: pleadi@inwind.it

    RispondiElimina
  11. 10.00 - 10.10

    Io leggo. Dafne dorme. I gatti stanno in silenzio; sanno che è ora di nanna, anche se si mettono in posti dove non dovrebbero, ma ci sono volte in cui rimproverarli mi sembra davvero troppo per la loro pazienza e per la mia.
    Leggo di Roland, di Jake e del suo bimbolo dagli occhi dorati, in rotta di collisione con la verità sulla Via del Vettore.
    Quale verità? Dipende. Quella del momento. Quella di chi la vuol vedere.
    Io vedo la mia bimba, dolce e tenera come una polpettina, che mi dorme addosso, e penso: “Guardale il collo, il mento, le guance. Guarda che pelle perfetta, impalpabile. Così liscia che se la tocco chiudendo gli occhi ho il dubbio che sia solo aria. Le manine, le coscette, le guanciotte, le orecchiette. Guardale bene, registrala, non dimenticare nemmeno un millimetro, nemmeno un attimo, non un’impressione, non il soffice, il bianco, l’odore. Ricordatela sempre. Ferma il tempo. Tieniti una parentesi, anche di un solo minuto o di un secondo immobile, per rivederla com’è ora, in un eterno adesso.”

    RispondiElimina
  12. I dieci minuti che ho perso: colgo questa occasione per sfogarmi un pò e spero non la prendiate male. circa due settimane da è finita la mia storia d'amore, quella che credevo e volevo diventasse il "per sempre" della mia vita. Il perchè non lo so ancora bene con certezza ma quello che so è che non ho utilizzato i famosi 10 minuti per dirgli che qualunque cosa fosse successa "noi" eravamo più importanti di tutto e insieme potevamo andare avanti. quello che ho fatto è statao invece sprecare ore a rivangare su questioni e dubbi che non potremo mai più risolvere. Se potesse servire a riavere l'amore della mia vita vorrei indietro quei 10 minuti che non ho saputo usare..ma purtroppo nella vita non si torna indietro e quei 10 minuti non ci saranno mai.
    gfc alina gift
    fb alina gift casertano
    email alinagift@gmail.com

    RispondiElimina