25 settembre 2017

BookMission "Letture per bambini" del 23 settembre 2017 a Sangiano (VA)

Buongiorno lettori, vogliamo raccontarvi di sabato pomeriggio, delle letture per bambini, dei bambini e di quanto questi eventi ci regalino momenti davvero emozionanti.


A Villa Fantoni, Sangiano (VA), abbiamo organizzato una giornata dedicata ai più piccoli, ci siamo divertite a immaginarla e poi a realizzarla.
Con noi avevamo davvero pochi, indispensabili elementi: un libro di storie, Wolly, Johnny e Charlie, (i tre che vedete a sinistra nella foto), musica, (lo zio Luciano e il suo violino, nella foto sotto), e voglia di stare insieme.


Ci siamo divertire tantissimo con i bambini, che attenti ascoltavano le storie che leggevamo e poi insieme discutevano sul finale migliore da votare: il primo, il secondo, o il terzo?
E a seconda della scelta, a esultare era uno dei mitici tre: Wolly, Johnny o Charlie.
E Gianni Rodari, che ne pensa? E allora si leggeva in fondo al libro, quale dei tre finali l'autore riteneva più adatto alla storia appena letta.
Non vi nascondiamo che la votazione di zii, nonni, genitori era quasi più "agguerrita" di quella dei bambini.
E tra una storia e l'altra, lo zio Luciano che suona il violino e infine merenda per tutti e uscita nel bel parco giochi della Villa.


Noi ci siamo divertite!
Ringraziamo il Comune di Sangiano, il sindaco Daniele Fantoni per essere stato tutto il tempo con noi, i bambini, i genitori che hanno voglia di accrescere la curiosità dei loro figli, di partecipare a queste giornate e che sono altrettanto curiosi. Ringraziamo lo zio Luciano Pavan per l'impegno e le musiche bellissime, studiate apposta per questo evento.

Alla prossima,
Books Hunters Blog

"L'età ingrata" di Francesca Segal - Bollati Boringhieri

È uscito il 31 agosto 2017 il nuovo libro di Francesca Segal, L'età ingrata, un romanzo divertente sulle caotiche famiglie di oggi.



Julia e James, 46 e 52 anni, si innamorano come due adolescenti. E intanto altri due adolescenti, Nathan (il figlio diciassettenne di James) e Gwen (la figlia sedicenne di Julia) si danno diabolicamente da fare per tendere trappole ai genitori, nel tentativo di mandare all’aria una storia d’amore che li costringe a una coabitazione forzata e odiosa, data la reciproca incontrollabile avversione.
Chiunque abbia familiarità con le dinamiche dell’innamoramento, e non solo adolescente, capirà subito che l’ostilità dei due ragazzi prelude al sentimento opposto: chiunque tranne i due amorevoli e soi disants attenti genitori, che, oltre a sorprendersi della svolta che prendono le cose, non sanno come arginare la tempesta ormonale dei due ragazzi, e soprattutto non ipotizzano la più normale delle conseguenze di numerosi rapporti intimi in poche settimane: sotto il naso dei genitori, ostentatamente e tassativamente avversi alla relazione ma troppo presi dalla loro per far attenzione ai figli. In realtà Julia e James sono stati sempre molto attenti ai figli, anche troppo. E hanno commesso l’eterno errore di crederli quello che volevano che fossero invece di due «persone» diverse dalle loro legittime aspettative.
Niente di nuovo, se non fosse che davvero Segal riesce a trattare questa materia come se fosse assolutamente originale, e i suoi inquieti personaggi come se fossero la quintessenza della normalità: per tutti, tranne che per se stessi.
L’età ingrata è un romanzo dalle proporzioni perfette. All’esordio, con La cugina americana, l’autrice si era dichiaratamente ispirata a un classico, L’età dell’innocenza, di Edith Wharton. Questa volta la bravissima Segal prende spunto dall’eponimo capolavoro di Henry James, e si cimenta con l’insuperabile Jane Austen, almeno per quanto riguarda l’eleganza della scrittura, la caratterizzazione dei personaggi, anche secondari, e la capacità di trasformare le vicende di una famiglia contemporanea nel quadro di un’epoca. Dimostrando che la sostanza delle dinamiche familiari e amorose non è poi tanto cambiata dal mondo circoscritto della campagna inglese di due secoli fa a quello globalizzato di oggi.

Titolo: L'età ingrata
Autore: Francesca Segal
Editore: Bollati Boringhieri
Traduttore: Manuela Faimali
Pagine: 361
Prezzo di copertina: € 18,00 - ebook € 9,99
Uscita: 31 agosto 2017
ISBN: 9788833928999

«Un romanzo famigliare molto intelligente, irresistibile e scritto con eleganza».
Nick Hornby


«Uno sguardo attento su un rapporto sempre problematico, quello tra una madre e una figlia adolescente... La scrittura di Francesca Segal è spiritosa, saggia e molto intelligente. Bellissimo».
The Guardian

«Segal coglie con grande sensibilità le difficoltà dell’amore adolescente e non, e in particolare la cecità dei genitori davanti ai difetti macroscopici dei figli. Un romanzo vivace, geniale».
The Sunday Times

«Un ritratto dell’amore materno convincente e pieno di sfumature... leggere questo libro è una gioia sofferta». 
Independent

«Il dilemma morale dei protagonisti non potrebbe essere più moderno e Francesca Segal ha un occhio particolare per le bugie che gli innamorati si raccontano... È quasi una tragedia, ma non proprio: Francesca Segal è troppo divertente». 
The Times


Francesca Segal è giornalista e scrittrice. Le sue pubblicazioni sono apparse, tra gli altri, su Granta, Newsweek, The Guardian, Financial Times, Vogue UK e Vogue America. Per Bollati Boringhieri ha pubblicato La cugina americana (2013).

Filed Under:

"Il magico pane dei fratelli Mazg" di Robin Sloan - Corbaccio

In uscita il 12 ottobre 2017

Dopo il successo del bestseller Il segreto della libreria sempre aperta, l'ex manager di Twitter, Robin Sloan, torna in libreria con il suo nuovo libro, Il magico pane dei fratelli Mazg.

Un libro delizioso, perfetto per chi ama condire il cibo con un pizzico di magia.

La tua mente vive nel futuro
ma il tuo cuore segue il profumo fragrante
di una piccola bottega di Clement Street
che custodisce un sapere senza tempo.



Lois Clary lavora come ingegnere informatico alla General Dexterity, azienda specializzata nella realizzazione di arti robotici. Trascorre così le proprie giornate davanti al computer, lavorando con numeri e codici di programmazione. L’unico rapporto umano che riesce a intrattenere è con i fratelli Mazg, proprietari del negozietto di quartiere dove Lois è solita ordinare la cena rientrando esausta dall’ufficio. Ma un giorno i due fratelli sono costretti a chiudere: come ultima consegna da parte degli amici, Lois riceve il lievito madre che da sempre è alla base del loro ottimo pane. Lois dovrà accudire questo dono, che vive e respira, nutrendolo, facendogli ascoltare della buona musica e dedicandosi in prima persona alla nobile arte della panificazione. Ma Lois non si limiterà a infornare per sé sola: presto infatti rifornirà del proprio pane anche la caffetteria dell’azienda in cui lavora e il banco della specialissima Marrow Fair. Qui le sarà inoltre chiesto d’impastare di fronte alla folla curiosa, utilizzando un gigantesco arto meccanico da lei stessa programmato. Ma, proprio il giorno prima dell’inaugurazione, accadrà qualcosa di totalmente inaspettato…

Titolo: Il magico pane dei fratelli Mazg
Autore: Robin Sloan
Editore: Corbaccio
Pagine: 240
Prezzo di copertina: € 16,90
Uscita: 12 ottobre 2017
ISBN: 9788867003532



Robin Sloan, ex manager di Twitter, vive a San Francisco. Grande appassionato delle nuove tecnologie, si trova altrettanto a proprio agio nel prestigioso Grolier Club di Manhattan, cenacolo di esperti di libri antichi e rari, drogati di inchiostro e carta. Le sue due passioni, per la tradizione e per la tecnologia, si esprimono in pari grado nei suoi libri. Corbaccio ha pubblicato con successo Il segreto della libreria sempre aperta (2013).

Filed Under:

22 settembre 2017

"Ogni piccola bugia" di Alice Feeney - Nord

Cari Hunters, vi segnaliamo una nuova proposta di lettura delle edizioni Nord, Ogni piccola bugia, che vede Alice Feeney al suo esordio letterario, e che l'autorovole giornale The Sun definisce «Coinvolgente e originale. In una parola: straordinario.»

Quanto c’è di vero in una bugia?

MI CHIAMO AMBER REYNOLDS E
CI SONO TRE COSE CHE DOVRESTE SAPERE DI ME:
SONO IN COMA
MIO MARITO MI ODIA
A VOLTE DICO BUGIE




Il mondo intorno a lei è fatto solo di suoni, rumori, voci. Ed è grazie a quelle voci frammentarie e confuse che Amber Reynolds capisce di aver avuto un incidente d’auto e di essere in una stanza di ospedale. In coma. Amber non ricorda nulla di quanto le è accaduto, e una domanda la perseguita da subito: com’è possibile? Io non guido quasi mai… Poi, tra quelle voci ne riconosce due, che diventeranno il suo unico contatto con l’esterno. Quelle di suo marito e di sua sorella. Ignari che Amber li possa sentire, i due discutono, litigano, rivelano dettagli e indizi. E lei si rende conto di non potersi fidare. Entrambi hanno qualcosa da nascondere. E, forse, non sono un’ancora di salvezza, bensì un pericolo vicino e insidioso. No, l’unico modo per scoprire cosa le è successo è ricostruire nella sua mente, passo dopo passo, gli eventi dell’ultima settimana, fino al momento dell’«incidente». Ma Amber ha paura. È impotente, in balia di chi le sta intorno. Come l’uomo che si accosta al suo letto la sera, quando gli altri sono andati via. E che le sussurra all’orecchio velate e inquietanti minacce… Amber deve svegliarsi, prima che sia troppo tardi. Perché anche lei ha un segreto da proteggere. Anche lei ha un piano da portare a termine.

Leggere Ogni piccola bugia è come inoltrarsi in un labirinto di specchi, in cui la realtà si trasforma passo dopo passo. E, proprio quando tutti i punti di riferimento sembrano persi ed è impossibile distinguere la verità dal suo riflesso distorto, ecco che il labirinto crolla davanti ai nostri occhi per rivelarci un finale spiazzante e indimenticabile…

Titolo: Ogni piccola bugia
Autore: Alice Feeney
Editore: Nord
Pagine: 336
Prezzo di copertina: € 16,90
Uscita: 31 agosto 2017
ISBN: 9788842929888

«Un romanzo carico di suspense, con un finale imprevedibile e sconvolgente. Magnifico!» 

B.A. Paris, autrice del bestseller La coppia perfetta



Alice Feeney, scrittrice e giornalista, da 16 anni lavora per la BBC, dove è responsabile del settore Art & Entertainment. Questo è il suo romanzo d’esordio, in corso di traduzione in tutto il mondo.
Filed Under:

Dall'incontro di Erri De Luca con l’artista Alessandro Mendini, nasce "Diavoli custodi"

Cari lettori, vi presentiamo il libro nato dall'incontro di due personalità eccezionali, un libro definito unico e prezioso, che affianca a trentasei racconti di Erri De Luca altrettanti disegni dell’artista Alessandro Mendini.

I mostri sono i diavoli custodi dell’infanzia, nessun angelo può tenerli a bada.


Titolo: Diavoli custodi
Autore: Erri De Luca e Alessandro Mendini
Editore: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Uscita: settembre 2017
Pagine: 96
Prezzo (cartaceo): € 14,00
ISBN: 9788807032554

Il libro:
Un duetto che rimanda a una nostra tradizione forte – basti pensare al connubio fra Rodari e Munari – e che qui comincia sempre con un’illustrazione, da cui poi il racconto prende liberamente l’abbrivio. “Quello che scrivo,” dice De Luca, “dipende dal riflesso di uno che è preso alla sprovvista.” E a stupire, a spiazzare sono quei disegni che fanno spalancare gli occhi come uno strappo nel cielo, fanno sentire nudi “come quei due nel primo giardino, dopo l’assaggio scippato dall’albero della conoscenza”, perché “la suggestione è una manifestazione della verità”.
Erri De Luca e Alessandro Mendini iniziano quasi per gioco – ispirandosi ai disegni di un bambino caro a entrambi – e poi via via stabiliscono fra loro un dialogo di forme e parole serrato e ricco di senso, tracciano sulla pagina le proprie paure, le tentazioni, le fiere ostinazioni, e tutto un vivace campionario di “mostruosità terrestri”. Compongono dunque un libro di eroismi quotidiani che scandaglia, attraverso percorsi tutt’altro che logici e prevedibili, il nostro più profondo sentire: facendoci avvertire il fiato dei mostri dietro le nostre spalle e al contempo consegnandoci le chiavi del serraglio dentro cui tenerli a bada.

Gli autori:

Erri De Luca è nato a Napoli nel 1950. Ha pubblicato con Feltrinelli: Non ora, non qui (1989), Una nuvola come tappeto (1991), Aceto, arcobaleno (1992), In alto a sinistra (1994), Alzaia (1997, 2004), Tu, mio (1998), Tre cavalli (1999), Montedidio (2001), Il contrario di uno(2003), Mestieri all’aria aperta. Pastori e pescatori nell’Antico e nel Nuovo Testamento (con Gennaro Matino; 2004), Solo andata. Righe che vanno troppo spesso a capo (2005), In nome della madre (2006), Almeno 5 (con Gennaro Matino; 2008), Il giorno prima della felicità(2009), Il peso della farfalla (2009), E disse (2011), I pesci non chiudono gli occhi (2011), Il torto del soldato (2012), La doppia vita dei numeri (2012), Ti sembra il Caso? (con Paolo Sassone-Corsi; 2013), Storia di Irene (2013), La musica provata (2014; il libro nella collana "I Narratori", nella collana "Varia" il dvd del film), La parola contraria (2015), Il più e il meno (2015), il cd La musica insieme(2015; con Stefano Di Battista e Nicky Nicolai), Sulla traccia di Nives(2015), La faccia delle nuvole (2016), La Natura Esposta (2016), Morso di luna nuova. Racconto per voci in tre stanze (2017), Diavoli custodi (2017; con Alessandro Mendini) e, nella serie digitale Zoom, Aiuto (2011), Il turno di notte lo fanno le stelle (2012) e Il pannello(2012). Per i "Classici" dell'Universale Economica ha tradotto l’Esodo, Giona, il Kohèlet, il Libro di Rut, la Vita di Sansone, la Vita di Noè ed Ester. Sempre per Feltrinelli ha tradotto e curato L'ultimo capitolo inedito de La famiglia Mushkat. La stazione di Bakhmatch di Isaac B. Singer e Israel J. Singer (2013).

Alessandro Mendini (1931), architetto, artista, designer, è personaggio rappresentativo dell’idea di una progettazione critica cosciente e poetica. Ha diretto le riviste "Casabella", "Modo", "Ollo", "Domus". Dagli anni ’70 è punto di riferimento nella svolta verso il design post-moderno. Vive e lavora a Milano. Per Feltrinelli ha pubblicato Diavoli custodi (2017; con Erri De Luca).
Filed Under:

"Il blues del ragazzo bianco" di Paul Beatty, prossimamente in libreria

IN USCITA IL 28 SETTEMBRE 2017

"Un roboante romanzo di formazione. Il blues del ragazzo bianco fa venire voglia di ridere e piangere al tempo stesso".
(Los Angeles Times)

"Un’esplosione satirica dal cuore talentuoso dell’America nera".
(New York Times)

Titolo: Il blues del ragazzo bianco
Autore: Paul Beatty
Editore: Fazi editore
Genere: Narrativa straniera
Uscita: 28 settembre 2017
Pagine: 336
Prezzo (cartaceo): € 18,50
ISBN: 9788893252645

Trama:
Questa è la storia di Gunnar Kaufman, «il negro demagogo»: ultimo discendente di una dinastia di «devoti leccaculo servi dei bianchi» – un padre ufficiale di polizia e una madre autoritaria che canta le lodi dei suoi discutibili antenati –, Gunnar trascorre un’infanzia serena e priva di tensioni razziali nell’agiata Santa Monica. Tanto che, quando la madre prospetta a lui e alle sue sorelle la possibilità di andare in vacanza in un campeggio per soli neri, la risposta è univoca: «Nooooo!». Il motivo? «Perché loro sono diversi da noi». Risposta sbagliata. In un attimo la madre li carica tutti in macchina e la famiglia si trasferisce a Hillside, ghetto nero di Los Angeles dove i vicini ti salutano con un insulto e il pestaggio è sempre dietro l’angolo. Qui ha inizio la scalata di Gunnar, che da outsider riuscirà non solo a inserirsi nella comunità, ma a diventare poco a poco un idolo delle folle, in una strenua battaglia contro tutti i capisaldi della società americana. Fra basket e poesia, gang di strada, mogli giapponesi comprate per corrispondenza e suicidi di massa innescati da fraintendimenti, Paul Beatty si diverte e ci fa divertire pagina dopo pagina con la sua vivida immaginazione.

Un esordio potente, audace e rivelatore, per quella che ormai è considerata una delle voci di spicco della letteratura americana contemporanea.

Articoli correlati:

L'autore:
Paul Beatty È nato nel 1962 a Los Angeles. Ha studiato Scrittura creativa al Brooklyn College e Psicologia alla Boston University. È autore di quattro romanzi e curatore di un’antologia, Hokum: An Anthology of African-American Humour. Con Lo schiavista, pubblicato da Fazi Editore, ha vinto il Man Booker Prize 2016: il primo americano nella storia a vincere il prestigioso premio. Attualmente vive a New York e insegna alla Columbia University.
Filed Under:

"Cento lune" di Sara Valieri - Autodafé

In quel momento di dolore annunciato, Lia trovò una facile analogia. Quella casa era stata la casa di Geppetto, e avevano anche un gatto che giocava coi trucioli. «Mi devo fare un figlio di legno anch’io?»
La domanda cadde nel tempo, diluita dentro un quadro che la luce che arrivava dall’alto illuminava di una drammaticità caravaggesca. Taciti, si rifiutarono di piangere ancora.

Buongiorno Hunters, oggi la nostra rubrica dedicata agli autori esordienti vi presenta una nuova ospite: lei è Sara Valieri e questo è il suo libro...



Lia consuma i suoi giorni tra l’impiego anonimo di cui si è accontentata e la ricerca estenuante di un figlio che pare destinato a rimanere solo un’idea. Nella provincia padana soffocata dalla nebbia che avvolge le cose e le persone, ogni mattina Lia varca la porta scorrevole di una piccola realtà industriale che arranca, dove gli operai tengono la tessera della Fiom nel portafogli e il sole delle Alpi a uso portachiavi.
Le incursioni dei personaggi che incrociano la vita di Lia fanno da contraltare alla sua esistenza sospesa alla ricerca di un senso perduto tra le sale d’attesa e una scrivania scialba. Per quanto lontane le une dalle altre, le vicende di tutti questi personaggi si intersecano lì dove le antiche certezze sono travolte dalla grande crisi e dai suoi tragici echi.
Con uno stile raffinato e denso, Sara Valieri tratteggia il rapido evolversi di Lia e degli altri attori, attraverso quadri successivi che restituiscono al lettore il ritratto disilluso di un’epoca.

Titolo: Cento lune
Autore: Sara Valieri
Editore: Autodafé
Pagine: 112
Prezzo di copertina: € 13,00
Uscita: maggio 2017
Isbn 978-88-97044-71-0

Lia incrociò uno sguardo storto di Arnaldo e sapeva che i suoi pensieri galoppavano sulla statale, verso casa, dove la moglie non riusciva più a badare da sola alla madre anziana e cieca dal diabete, i figli sembravano non aver fretta nel finire l’istituto tecnico e il mutuo ventennale era ancora da estinguere. E poi si chiuse nei suoi pensieri prossimi. Si sentiva a un passo dallo sbrogliare la matassa. A ben pensarci, quella ventilata pausa forzata le avrebbe regalato la possibilità di dedicarsi corpo e anima e per tutto il tempo necessario a quello che era il suo ultimo tentativo. Quel pensiero sollevato aggrediva il pesante senso di colpa dei sopravviventi.



Sara Valieri è nata nel 1977 a Villafranca di Verona, dove vive tuttora. Ha una laurea in Scienze Politiche con indirizzo Politico Sociale e un curriculum vitae poliedrico. Scrittrice per diletto e per ossessione dall’età scolare, ha collaborato alla stesura di testi per il no profit. Cento Lune è il suo esordio narrativo.
Filed Under:

21 settembre 2017

"Premio Città di Como 2017", i finalisti

Cari lettori, anche per questa 4a edizione del Premio Città di Como 2017 sono stati resi noti i nomi dei finalisti.
L'organizzazione del premio ha avuto un gran da fare con oltre 2000 partecipanti. E la giuria finale ha decretato i 112 finalisti suddivisi fra le varie sezioni del premio.

Ci sono alcune novità: oltre ai primi classificati, verrà assegnato un premio anche ai secondi e terzi classificati, inoltre sarà assegnato anche un premio alla miglior opera proveniente dall'estero. Verrà anche dato un premio a una personalità o un Ente che si è particolarmente distinto per la diffusione della cultura o per particolari meriti in campo umanitario. Non è finita qui: verrà nominato il “Libro d’Oro dell’anno”, che non sarà altro che il libro pubblicato nel 2016 più amato e cercato dal pubblico.

Ma vediamo i finalisti e le sezioni nel dettaglio:

Narrativa edita
Simona Baldelli con “La vita a rovescio” (Giunti, 2016); Gianluca Barbera con “La truffa come una delle belle arti” (Alberti, 2016); Cristina Bellon con “L’uomo che non sono” (Cairo, 2016); Gianni Biondillo con “Come sugli alberi le foglie” (Guanda, 2016); Rita Bonfanti con “La sposa del lago” (Edizioni della Goccia); Edith Bruck con “La rondine sul termosifone” (La Nave di Teseo, 2017); Valentina D’Urbano con “Non aspettare la notte” (Longanesi, 2016); Enrico Galiano con “Eppure cadiamo felici” (Garzanti, 2017); Anais Ginori con “L’edicolante di Charlie” (Bompiani, 2016); Fattaneh Haj Seyed Javadi con “La scelta di Sudabeh” (Brioschi, 2017); Marco Milani con “L’inverno del pesco in fiore” (Piemme, 2016); Massimo Nava con “Il mercante di quadri rubati” (Mondadori, 2016); Carlo Patriarca con “Il campo di battaglia è il cuore degli uomini” (Neri Pozza, 2013); Sara Rattaro con “L’amore addosso” (Mondadori, 2017); Claudia Ryan con “Hana la Yazida. L’inferno è sulla terra” (San Paolo, 2016); Andrea Salonia con “Domani, chiameranno domani” (Mondadori Electa, 2017); Giorgio Scianna con “La regola dei pesci” (Einaudi, 2017); Giuseppe Sgarbi con “Lei mi parla ancora” (Skira, 2016); Nicoletta Sipos con “La promessa del tramonto” (Garzanti, 2016) e Valeria Vairo con “Il sapore della vita -Der Geschmack des Lebens” (Deutscher Taschenbuch Verlag 2016).

Narrativa inedita
Sebastiano Caruso con “La diagnosi”; Alfredo Caseri con “De solitudine”; Alessandra Farkas con “La targa”; Enrico Ferioli con “Viva la regina”; Elia Gonella con “L’ospite”; Leandro Lucchetti con “Il canto dell’orinoco”; Daniela Musini con “Messalina”; Matteo Pellegrini con “Cinque storie di cui tre buffe”; Rosanna Pirovano con “Il pineo”; Alessia Racci Chini con “Carmelina”; Kristine Maria Rapino con “Malvero”; Franco Rizzi con “La mostarda”; Giorgio Simoni con “Scelti per morire” e Selene Virdò con “La pianta maledetta”.

Poesia edita
Sebastiano Aglieco con “Compitu re vivi” (Il ponte del sale, 2013); Franco Arminio con “Cedi la strada agli alberi” (Chiarelettere, 2017); Matteo Bergamo con “Farfalle d’inverno” (Prospettiva Editrice, 2016) Franco Buffoni “Jucci” (Mondadori, 2014); Gabriella Cinti con “Euridice è Orfeo” (Achille e la Tartaruga, 2016); Andrea De Alberti con “Dall’interno della specie” (Einaudi, 2017); Claudia Di Palma con “Altissima miseria” (Musicaos, 2016); Nicoletta Grillo con “La pioggia che cade ieri” (La vita felice, 2017); Ibello Giovanni con “Turbative siderali” (Terra d’ulivi, 2017); Andrea Leone con “Hohenstaufen” (L’arcolaio, 2016); Malagrida Antonio con “Fuoristagione” (Raffaelli, 2016); Giorgia Meriggi con “Riparare il viola” (Marco Saya, 2017); Giampiero Neri con “Via provinciale” (Garzanti, 2017); Enzo Pelli con “Momenti irripetuti” (Alla chiara fonte, 2014); Davide Rondoni con “La natura del bastardo” (Mondadori, 2016); Francesca Rotondo con “A voce nuda” (La vita felice, 2016); Salvi Lina con “Del deserto” (Puntoacapo); Lidia Sella con “Strano virus il pensiero” (La vita felice, 2016); Gian Mario Villalta con “Telepatia” (Lietocolle, 2016) e Farhad Ali Zolghadr con “Sulla tenera pelle” (Lietocolle, 2015).

Poesia inedita
Alessandro Bellasio con “Nel tempo e nell’urto”; Maria Isabella Bordogna con inediti di poesia; Stefano Caldirola con “L’autunno e altro”; Giovanna Cardella con “Assenza”; Maria Caspani con “Scrivere ai margini della vita”; Roberto Cucinato con “L’ultimo canto del cigno”; Alceo De Sanctis con “Al serafino”; Ivan Fedeli con “La meraviglia”; Sergio Ghio con “Fendenti maree” e Romano Franco Tagliati con “Maria Maria”.

Sezione multimediale
-Sezione fotografia: Bruno Campagna con “Sulla strada per Angkor”; Andrea Comalini con “Ai confini del lago”; Lorenzo Donatelli; Roberto Gennaro con “Scent of sea”; Andrea Lombardini con “Confini perduti”; Andrea Signori con “La habana que posa” e Raluca Tudor con “Le strade di Firenze”.
-Sezione Videopoesia: Annalisa Ballarini con “Il viaggio”; Orabona S. Dell’Aversano con “Persi in loro”; Gianni Gandini con “Le note sospese”; Doriana Gastaldo con “Il giovane pellicano”; Eugenia Lindblad Berti con “Eclipse poetry” e Adriano Ruzzene con un dvd sulla “90°adunata alpini a Treviso”.

Reportage
Mauro Fogliaresi e Gin Angri con “Un cuore all’indice”; Verdiana Maggiorelli con “Gli sciroccati di Dio e i me”; Massimo Moscardi con un reportage su Budapest; Andrea Quadroni e Andrea Butti; Franco Vivian con “Viaggio in Patagonia” e Anna Vullo.

Saggistica
Emilio Casalini con “Rifondata sulla bellezza. Viaggi, racconti e visioni alla ricerca dell’identità celata” (Spino, 2016); Simonetta Cerrini con “La passione dei templari” (Mondadori, 2016); Fausto De Lalla con “Malamedicina” (Sonda, 2013); Mario Del Pero con “Era Obama. Dalla speranza del cambiamento all’elezione di Trump” (Feltrinelli, 2017); Carlo Ferretti con “L’editore Cesare Pavese” (Einaudi, 2017); Pasquale Frisone con “Vita nell’antica Roma repubblicana” (Elison Publishing); Marco Galbusera con “Il sindaco che rubò il lago” (Bellavite, 2016); Giada Lonati con “L’ ultima cosa bella. Dignità e libertà alla fine della vita” (Rizzoli, 2017); Giuseppina Mellace con “Una grande tragedia dimenticata. La vera storia delle foibe” (Newton Compton, 2015); Marco Morini con “Trump & Co” (Castelvecchi, 2017); Marta Federica Ottaviani con “Il reis. Come Erdogan ha cambiato la Turchia” (Textus, 2016); Mirta Pari con “Cibo contro cancro. La sfida mediterranea” (Europa Edizioni,2016); Renzo Paternoster con “Campi. Deportare e concentrare: la dimensione politica dell’esclusione” (Aracne, 2017); Federico Pennestri con “Figli di Asclepio. Le radici greche della medicina orientale” (Ludes, 2015); Marco Revelli con “Populismo 2.0” (Einaudi, 2017); Elena Rinaldi con “Einstein e associati” (Hoepli, 2017); Carlo Rosati con “Gli etruschi e le vie cave. Storia, simbologia e leggenda” (Moroni, 2013); Massimo Scanarini con “Il cervello mente” (Cleup, 2017) e Sandro Tirini con “Arthur Rimbaud in Africa” (Torinogenesi, 2015).

Teen
Sara Allione con “Prigioniera”; Cecilia Altamura con “Pensiero di soldato”; Maya Artusi Moro con “Folle volo”; Daniele Flaiani con “Il libraio”; Cecilia Gaggiotti con “L’eclissi”; Francesco Guazzo con “13 poesie”; Michela Medici con “Salvati”; Giorgia Notari con “La notte”; Alessia Tagliabue con “Passione e ragione” e Gabriele Uboldi con “Malinconia futura”.

Per sapere i nomi dei vincitori, non ci resta che aspettare il 7 ottobre 2017, ore 16.00, quando a Villa Olmo (CO), avverrà la premiazione dei vincitori di ogni sezione del Premio Città di Como 2017.



Filed Under: ,

"In giro per parole" - Nuovi appuntamenti letterari

Buongiorno lettori, torniamo con "In giro per parole".
Vi segnaliamo alcuni dei tantissimi incontri sparsi per la nostra Italia.

Alla Biblioteca "Bruna Brambilla" di Varese, questa sera, 21 settembre 2017, ore 17.45, l'autrice Renata Ameruso presenterà il suo libro "Il mercante".

Questa sera, 21 settembre 2017, ore 18.30, al Mondadori Bookstore di Chieri (TO), Via V. Emanuele, 42, l'autore Fabio Genovesi presenta il suo libro "Il mare dove non si tocca".
I dettagli del libro nel nostro articolo: QUI

Domani, 22 settembre 2017, ore 17.00, la casa editrice Flower-ed presenterà i libri Elizabeth Gaskell e la casa vittoriana e Le case di Jane Austen di Mara Barbuni, scoprendo, ancora una volta in forma di conversazione scritta, tutti gli aspetti della dimensione domestica in Elizabeth Gaskell e Jane Austen.



Il 28 settembre 2017, ore 18.00, l'autore Claudio Pelizzeni presenta il suo libro "L'orizzonte, ogni giorno, un po' più in là" alla Libreria Internazionale Hoepli, Via Hoepli 5 a Milano.
I dettagli del libro nel nostro articolo: QUI

Il 29 settembre 2017, orario ancora da confermare, incontro sul libro di Giovanni Bignami "Le rivoluzioni dell’universo" a Roma, Agenzia Spaziale Italiana, Via del Politecnico 1, nell'ambito della “Notte Europea dei Ricercatori”.

Sabato 30 settembre 2017, ore 18.00, presso la Palestra Boxe Ursus di Viale Umbria 36, a Milano, l'autore Alessandro Mari scenderà sul ring "versus" Roberta Scorranese. I due si sfideranno in un inedito "bookclash" sul nuovo romanzo "Cronaca di lei"La direzione arbitrale del match sarà affidata a Microcosmi Itinerari di Lettura, mentre un'inedita "Giuria Social Club" decreterà il vincitore.
Il dettagli del libro nel nostro articolo: QUI

Alla prossima con "In giro per parole"!
Filed Under:

"La verità nascosta" di Elena Carletti

Buongiorno Hunters, la nostra CacciaLibri vi parla del nuovo romanzo di Elena Carletti, La verità nascosta.

La vita dell’impiegata Elena cambia improvvisamente all’apertura del testamento di Enzo Pascoli, titolare di una prestigiosa industria di moda di Milano, quando scopre di aver ereditato il trenta per cento delle quote della società.
Da quel momento i rapporti con i colleghi, ma soprattutto con i membri della famiglia Pascoli, si fanno sempre più difficili fino a diventare insostenibili, quando dall’autopsia emerge la causa della morte: infarto provocato da amitriptilina, sostanza presente in alcuni farmaci antidepressivi.
Viene aperta un’indagine dove Elena risulta l’indiziata numero uno, i figli del signor Pascoli sono convinti che sia stata proprio lei a far assumere le sostanze letali alla vittima.
Accusata da tutti, viene sospesa dal lavoro, nessuno crede nella sua innocenza e nessuno vuole aiutarla fino all’arrivo di Lorenzo, lo strano nipote del signor Pascoli, dal passato misterioso.
Ma la morte di Enzo Pascoli nasconde un terribile segreto, Elena sa che se vorrà salvarsi da quella che risulta essere solo una grossa cospirazione nei suoi confronti, dovrà farcela da sola, perché solo chi fosse stato realmente interessato a conoscere la causa della morte di Enzo Pascoli avrebbe potuto guardare oltre le apparenze e scoprire la verità, solo quella persona sarebbe stata ripagata.

Titolo: La verità nascosta
Autore: Elena Carletti
Editore: Independently published
Pagine: 274
Prezzo di copertina: € 10,39 - ebook € 2,99
Uscita: 21 agosto 2017



Elena Carletti nasce ad Ancona il 17 luglio 1979 Dove tutt’ora vive con il marito Roberto e due figli, Edoardo e Vittoria. Nel 2005 consegue la laurea in Economia e commercio e nel 2011 un dottorato di Ricerca in economia aziendale.
Da sempre appassionata di lettura e scrittura pubblica nel 2015 il suo primo romanzo “Dall’andata al ritorno. Una magica estate” (trovate la nostra recensione qui). “La verità nascosta” è il suo secondo romanzo.


Filed Under:

20 settembre 2017

"L'orizzonte ogni giorno un po' più in là" di Claudio Pelizzeni - Dall'autopubblicazione a Sperling&Kupfer, il suo viaggio in un libro

Sul cargo che lo portava dall'Australia al Nordamerica, Claudio Pelizzeni ha iniziato a scrivere il libro "L'orizzonte, ogni giorno, un po' più in là": autopubblicato al suo ritorno, nel febbraio 2017, ha riscosso subito grande successo. Questa è un'edizione riveduta, corretta e arricchita con mappe e foto da Sperling & Kupfer.

Titolo: L'orizzonte ogni giorno un po' più in là
Autore: Claudio Pelizzeni
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa, letteratura di viaggio
Uscita: 12 settembre 2017
Pagine: 336
Prezzo (cartaceo): € 16,90
ISBN: 978882006339
Prezzo (ebook): € 9,99
EAN-13: 9788820097103

Trama:
«È la possibilità di realizzare un sogno che rende la vita entusiasmante.» Questa è la storia di Claudio Pelizzeni, un ragazzo che, a poco più di trent'anni, ha già raggiunto traguardi che sfuggono a tanti suoi coetanei: una laurea in un'università importante, un impiego di responsabilità, uno stipendio fisso che gli consente di vivere da solo e di circondarsi del più desiderabile superfluo. Un ragazzo che, nonostante questo, non ha paura di guardarsi dentro e farsi la domanda più importante: sono davvero felice? Di fronte ad aspettative che non sente come sue, a tragitti sempre identici che non aprono nuove prospettive, a una routine che stritola tempo, energia e passione, non può che rispondersi di no. Finché un giorno, davanti a un tramonto, la consapevolezza si accende in lui: i sogni non possono aspettare. E, con quella luce, il coraggio di dare un taglio netto a tutto per inseguire la sua più grande passione: viaggiare. Viaggiare per allargare gli orizzonti di quel mondo che si sta facendo sempre più stretto e soffocante intorno a lui. Viaggiare per sfidare i limiti del corpo e le barriere della mente. Viaggiare con lentezza, senza aerei, per toccare con mano i confini, per «il gusto stesso del viaggio, degli imprevisti, delle scoperte e delle sorprese, delle correnti dell'universo a cui abbandonarsi». Questa è la storia di un sogno diventato realtà, di un'avventura che ha portato a una nuova vita. Un viaggio lungo mille giorni, attraverso cinque continenti e quarantaquattro Paesi. Ma anche un viaggio dentro di sé, a stretto contatto con le proprie paure, debolezze, risorse inaspettate. In dialogo profondo con quella voce intima e nascosta che, quando accettiamo di ascoltarla, sa sempre indicarci la direzione.

Mille giorni, cinque continenti, quarantaquattro paesi. E neanche un aereo:

L'autore:
«Sono stato un bancario per caso. Sono sempre stato un viaggiatore per passione.» Nato nel 1981 a Codogno, è cresciuto a Piacenza. Laureatosi in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari alla Bocconi, Claudio Pelizzeni ha lavorato per quasi dieci anni in vari istituti creditizi a Milano prima di licenziarsi per fare il giro del mondo. Durante il viaggio, ha lanciato il blog Trip Therapy, realizzando video che sono stati trasmessi regolarmente durante la trasmissione Il mondo insieme di Licia Colò, su TV2000, e la sua avventura è diventata virale in Rete. Sul cargo che lo portava dall'Australia al Nordamerica, ha iniziato a scrivere il libro L'orizzonte, ogni giorno, un po' più in là: autopubblicato al suo ritorno, nel febbraio 2017, ha riscosso subito grande successo. Questa è un'edizione riveduta, corretta e arricchita con mappe e foto.
Filed Under:

"La nuova vita di nonno Napoléon" di Pascal Ruter - Corbaccio

In uscita il 19 ottobre 2017

A volte, per amore, si fanno cose apparentemente incomprensibili.




Napoléon, un nonno esplosivo, eccentrico e per nulla svigorito dai suoi ottantacinque anni di età, decide che non è mai tardi per cambiare: chiede il divorzio dall’amata moglie Joséphine e con l’aiuto di Coco, il suo nipotino, si costruisce una nuova pazza ed esilarante vita decisamente fuori dal comune.
In un viaggio zeppo di situazioni inusuali e avventure incredibili - tra venditori porta a porta troppo insistenti, vecchie memorie di boxe, impeccabili partite di bowling, case di riposo ribaltate, la disperazione del figlio Samuel per le bricconerie del padre, persone chiuse in macchina per errore -, fra nonno e nipote si crea un legame delizioso e indissolubile.
Napoléon è l’eterno imperatore e Coco il supremo generale del regno immaginario che allaccia i due in un rapporto di amore e spensieratezza tipico e unico di anziani e bambini.
Ma, benché Napoléon si mantenga in piena attività, è chiaro che l’assenza della moglie lo fa soffrire. Cosa si nasconde dietro la sua scelta di separarsi da lei? Manterrà fede alla sua decisione o tornerà sui suoi passi?
Un romanzo in perfetto equilibrio fra commozione e sorriso.

Titolo: La nuova vita di nonno Napoléon
Autore: Pascal Ruter
Editore: Corbaccio
Pagine: 224
Prezzo di copertina: € 16,90
Uscita: 19 ottobre 2017
Isbn: 19/10/2017



Pascal Ruter è nato nel 1966 ed è professore di Lettere al liceo. Ha scelto di fare della letteratura la sua professione dopo aver conosciuto e amato le opere di Gustave Flaubert. La nuova vita del nonno Napoléon è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.


Filed Under:

"Meraviglia" di Francesco Vidotto - Mondadori

Buongiorno Hunters, è da pochi giorni in libreria la proposta narrativa di Mondadori, Meraviglia, di Francesco Vidotto.



Storia di un amore implacabile, di una ricerca intima a dispetto di tutto, Meraviglia ci accompagna negli anni difficili della formazione di un adolescente, che non eccelle, che non è ammirato, che fatica a individuare i propri contorni, ma che proprio nell’accettazione di sé e degli eventi riuscirà a trovare il senso di una vita che, seppur sghemba, gli appartiene profondamente. Lorenzo è nato e cresciuto tra le Dolomiti, in un piccolo paese nel cuore dei Monti Pallidi. Ama la propria vita immersa nella natura e mai la vorrebbe cambiare, senonché il lavoro del padre lo costringe a trasferirsi in città proprio quando è il momento di iniziare le scuole superiori. Gli tocca frequentare un liceo di cemento grigio che quel suo piccolo paese avrebbe potuto contenerlo tutto quanto. Ogni cosa cambia. Lorenzo si sente fuori posto: straniero nella nuova vita ed estraneo a ciò che gli altri si aspettano da lui. I genitori insistono nel pretendere dei risultati scolastici che stentano ad arrivare, senza capire il suo disagio. Persino gli insegnanti lo abbandonano nell’indifferenza, al pari di un naufrago, e lui rimane in silenzio, al banco, in attesa che il tempo trascorra. Poi un giorno arriva Lavinia: Lavinia che è bella e ha gli occhi talmente neri che è impossibile distinguerne le pupille; Lavinia che è forte e lo salva da un branco di bulli; Lavinia che gira per la città in bicicletta coi suoi maglioni extralarge e il cappellaccio nero; Lavinia che va sempre al cuore delle cose; Lavinia che gli insegna a percepire la musica delle parole, a vivere di storie. L’amicizia che nasce tra loro è un sentimento forte e raro, capace di farli sentire completi. Ma la vita di lei nasconde ombre che oscurano ogni luce, ombre che trascinano in abissi troppo profondi. Insieme ci provano a sopravvivere, ad aggrapparsi a questa amicizia che per Lorenzo è molto di più: è amore. Amore bruciante e assoluto. Eppure nulla serve, e Lorenzo e Lavinia non potranno fare altro che perdersi di vista. Ma quello che Lavinia ha insegnato a Lorenzo è rimasto inciso in lui: le parole e la musica che riescono a comporre diventeranno un’ancora di salvezza, il centro pulsante della sua esistenza. Finché, un giorno, un evento incredibile sconvolgerà l’equilibrio faticosamente conquistato.

Titolo: Meraviglia
Autore: Francesco Vidotto
Editore: Mondadori
Pagine: 216
Prezzo di copertina: € 17,00
Uscita: 12 settembre 2017
ISBN: 978-8804675631

Francesco Vidotto è nato nel 1976. Dopo una laurea in Economia e una lunga attività come manager d’azienda, ha scelto di dedicarsi alla scrittura ed è tornato a vivere a Tai di Cadore, tra le Dolomiti. Ha pubblicato: Il selvaggio (Carabba, 2005), Signore delle cime (Carabba, 2007), Siro (Minerva, 2011, vincitore del premio Cortina d’Ampezzo per la letteratura di montagna 2011 e del premio eLEGGERE LIBeRI di Tione di Trento 2013), Zoe (Minerva, 2012), Oceano (Minerva, 2014, vincitore del premio Torre Petrosa 2015 e del premio Latisana per la letteratura del Nord-Est 2015). Nel 2016 è uscito per Mondadori Fabro. Melodia dei Monti Pallidi.

Filed Under:

19 settembre 2017

"Il senso del ridicolo": annullata l'edizione 2017

Buongiorno lettori, il 22 settembre avrebbe aperto i battenti la terza edizione del Festival Il senso del ridicolo, a Livorno.

Tutto era pronto, compreso il programma completo, che avrebbe visto protagonisti nomi di spicco del panorama culturale italiano. Tre giorni di incontri, spettacoli, eventi dedicati all'umorismo, alla comicità e alla satira. Speciali tributi erano in calendario per il grande Paolo Villaggio e il mitico Totò.

La recente tragedia che ha coinvolto la bellissima città toscana impedisce però agli organizzatori e promotori del Festival di dar vita a un evento che, seppur basato sulla cultura a 360°, dovrebbe essere pervaso da un'atmosfera allegra, che ora striderebbe troppo con l'anima della città così profondamente ferita. 

L'edizione 2017 è quindi stata annullata: 
Fondazione Livorno e Fondazione - Arte e Cultura hanno deciso di esprimere la propria solidarietà istituendo un fondo nel quale confluiranno le somme stanziate e non ancora spese per il Festival, integrate da un importo aggiuntivo ancora da quantificare secondo le disponibilità. Tale fondo, aperto anche al concorso di altri soggetti che decideranno di devolvere le loro donazioni, sarà destinato a interventi a favore delle famiglie più bisognose colpite dal cataclisma. 

Per ulteriori informazioni, collegatevi al sito ufficiale dell'evento.


Filed Under: ,

Recensione "Racconti lombardi" - AA.VV. - Antologia di Historica Edizioni

Amore, follia, poesia, mare, stelle, Platone, ricordi, pettegolezzi, città, spiriti. C'è di tutto nell'antologia che Historica Edizioni ha pubblicato raccogliendo i migliori racconti pervenuti dal concorso letterario Racconti Lombardi, in collaborazione con il sito Cultora.it.

Armature, di Valentina Adobati
Se quell'attimo di magia passa e non è stato colto (e accolto) è un attimo di magia sprecato.
Non è quasi mai facile riconoscerlo in tempo e a volte, comunque, si ha paura di abbandonarcisi.

Diciotto meno dieci, di Antonella Airoldi
Ancora dieci minuti e poi si cambia, inizia una nuova vita, si cammina sulla strada che conduce ai propri sogni.
Trepidazione, paura, entusiasmo, ansia. Per ora, nessun rimpianto.

Il vestito verde, di Cristina Allacciati
La bellezza si mostra solo a chi la sa apprezzare, a chi sa aspettare il momento giusto.
Se le si manca di rispetto, si nasconderà.

Annotazioni esistenziali, di Chiara Andreatta
Lo scorrere del tempo visto dagli occhi di chi ha conosciuto bene la vita e anche la morte.
Il relativismo di spazio e tempo.

Il lungo viaggio, di Marzia Astorino
Leggerezza, malinconia, ironia, lacrime e sorrisi: c'è tutto in questo racconto che con delicatezza ci parla della vita e della morte.
E lo fa da un punto di vista del tutto inaspettato.


Momento. L'ultimo viaggio di Jaufré Rudel, di Francesco Battaglia

L'amicizia, l'amore e la poesia celebrati in questo racconto d'altri tempi.

Border Paradiso, di Marco Berrettini
Parole crude descrivono l'amicizia e l'amore, e il confine sottile che li separa. 
Un confine che a volte si dissolve nella concretezza dei gesti.

Ode alla speranza, di Martina Bricalli
Ci sono gesti meschini, vigliacchi e terribili, che a volte sono compiuti per rabbia o per paura, per il disagio di se stessi. 
Altre volte, invece, si tratta solo di crudele cattiveria.

Forse le lucciole non si amano più, di Carlo Alberto Brignoli
Non è mai troppo tardi per perdonare.
Non è mai troppo tardi per chiedere perdono.

Energi, di Jacopo Cazzaniga
Nella vita a volte ci sono persone, situazioni e perfino cose, che trovano il modo di ritornare.
Non uguali a quello che sono state, ma tornano.

Storia di una parola, di Davide Colombini
La coscienza umana raccontata attraverso la storia di una parola.
Toccante, delicato, potente.

Il figlio del lago, di Sara Corno
Leggende e credenze popolari hanno sempre il loro fascino e il sapore della tradizione.

Lo scrittore, di Marina Crippa
Sulle rive del lago di Como, l'intesa diventa magia quando due scrittori si incontrano e si riconoscono.

L'ala infranta, di Francesca Facoetti
Più che un racconto è il documentario storico di una vita spesa al servizio del Paese e dei propri valori.

La funambola, di Nadia Fagiolo
Camminare con grazia sul filo delle proprie paure, in equilibrio e sospesi nel vuoto o saldi e ancorati al terreno. È difficile comunque, anche se a volte cadere significa volare.

Due anime e un vestito, di Cristina Fidone
Breve storia di un vestito nero, intrappolata tra punti di sospensione e maiuscole a profusione.

Scrittore, diceva, di Maurizio Fierro
La filosofia della vita espressa in un dialogo tra il dottore e il suo paziente, in un ospedale psichiatrico. 
Un colpo di scena forte e commuovente riesce con efficacia a destabilizzare il lettore.

Tazze di vita, di Danila Franzone
I grandi successi iniziano dai piccoli passi, uno alla volta, un piede avanti all'altro, imparando a dare valore a ognuno di essi.
Una tazza di caffè e un sorriso possono essere un buon inizio.

La favola della rugiada, di Isabella Gavazzi
Quasi poetica questa interpretazione fantastica di uno squarcio di mondo.
Peccato per la scrittura un po' troppo infantile.

Lu I Lin, de I poeti sospinti
Un simpatico siparietto tra il barista cinese e l'avventore paesanotto riesce a dare risalto al contrasto del cambiamento, all'adattabilità, alla nuova struttura sociale.

Metrò, di Alberto Gorrani
Uno spaccato rappresentativo di una società decadente raccontato attraverso viaggio e fermata in metropolitana.

Indovina chi viene a cena? di Andrea Longo
La visione futuristica di una famiglia alle prese con strani ospiti.

Volti, di Sabrina Manavella
L'amore raccontato attraverso la metafora di un viaggio in treno.
Non un racconto ma una serie di pensieri sull'argomento più complesso di sempre.

Il lungo viaggio di ritorno, di Maura Marcato
La speranza è la forza motrice della determinazione.

L'eternità brucia, di Carlo Mazzoleni
La guerra, l'odio e la vendetta distruggono tutto, anche il bisogno di credere all'eternità.

Torre del Galgario, di Stefano Mecca
Il valore dei ricordi raccontati con delicatezza attraverso lettere scritte da un padre a suo figlio e lo sguardo pieno di amore e rimpianto di una moglie e madre.

L'uomo che sarai, di Samuel Menna
Le parole che un nonno regala a suo nipote, per aiutarlo a crescere riconoscendo il valore del tempo che si dona agli altri e a se stessi.

La Zingara, di Eleonora Mora
Pillola di vita raccontata attraverso l'intesa di un attimo.
Il tempo di un ballo.
Lasciarsi incantare è una magia del vivere.

Io, loro e... Platone di Jessica Moro
Allegro e sfrontato, questo spaccato di vita sociale ci racconta l'amore, meraviglioso e crudele, tutto da vivere respirandolo a pieni polmoni.

La Dama in nero, di Carla Negrini
Una Milano misteriosa ha il volto di una splendida ragazza di nero vestita, triste e provocante.

Dalle colline brianzole alla valle Tiberina, ricordi di un avventuroso viaggio, di Michele Pilotti
Un viaggio attraverso l'Italia martoriata dalla furia distruttiva della guerra, animato dalla voglia di ricominciare.

Ricordi, di Maria Teresa Pinto
I sentimenti a volte non hanno un nome.

Un amico per Macchia, di Valentina Ravizza
Fiabe, favole e storielle hanno sempre il loro fascino e di solito una grande morale in sottofondo.

La scuola degli alieni, di Massimo Renaldini
La vendetta è un sentimento anche alieno.

Il mare, di Rita Riillo
Il ricordo di giorni felici ha il profumo intenso del mare.

Una busta per Babbo Natale, di Adriana Romanò
L'inesauribile amore di un padre per suo figlio non conosce le barriere dello spazio e del tempo.

Autunno, di Beatrice Salvioni
Il racconto commuovente del ricordo di una vita insieme, filtrato da una memoria incapace di riconoscere. Potente e vibrante.

Alba d'oriente, di Fausto Scatoli
India, se la conosci, la ami.

Colombo e la spiegazione del "Non ti fidar di chi ti fica il fico", di Alberto Tanadini
Le storie di paese nascono come un pettegolezzo e finiscono per diventare leggenda.

I tempi dell'amore, di Elena Tavazzi
Una sentenza troppo definitiva che dà per spacciato l'amore per sempre.

Un uomo crudele, di Anna Travagliati
Un bullo può diventare a sua volta vittima e vivere male nella consapevolezza che ogni momento è buono perché la vendetta colpisca spietata.
L'autrice del racconto è riuscita nel suo intento.

Uno, di Ambra Manuela Tremolada
Se vivessimo nel ricordo del passato e ci venisse data la possibilità di farlo tornare realtà, qui e ora, accetteremmo? O avremmo paura di contaminarlo con la nostra identità ormai mutata dal tempo?

Historia longobarda, di Silvana Piva Viganò.
Non sempre gli errori del passato riescono a insegnanare la giustizia agli stolti.

Come spesso accade quando leggo le antologie, mi trovo di fronte a racconti che sono vere perle di scrittura oppure lavori curati con troppa poca passione. Questa raccolta mi è piaciuta, come ho scritto all'inizio di questa recensione ci ho trovato tanti spunti interessanti.
Mi sono stupita, mi sono commossa, ho riso di gusto. Peccato per qualche incertezza grammaticale e per qualche abuso di punteggiatura. Nel complesso il mio giudizio è molto positivo e i racconti che mi hanno conquistata e mi sono entrati nel cuore sono quelli che ho scritto in azzurro: ringrazio questi autori per avermi donato momenti di vero godimento letterario.
(La Books Hunter Barbara)



Storie di fantasia e leggende ma anche esperienze quotidiane e vicende reali. È questa la particolarità della nuova edizione dell'antologia "Racconti lombardi" promossa da Historica Edizioni in collaborazione con il sito Cultora. I racconti che compongono questa esclusiva raccolta dedicata agli autori lombardi sono un vero e proprio stimolo alla lettura e alla riscoperta del piacere di perdersi tra le pagine, dove ogni singola frase tende a ricollegarsi in maniera indissolubile alla realtà e alle tradizioni di una delle regioni più rigogliose d'Italia.

Titolo: Racconti lombardi
Autore: Autori Vari
Editore: Historica Edizioni
Pagine: 236
Prezzo di copertina: € 18,00
Anno edizione: 2017
EAN: 9788894870329

Filed Under: